Indietro
martedì 28 settembre 2021
menu
750 anni di Cattolica

"La civiltà delle buone e cattive maniere" il 5 agosto a Cattolica

In foto: la locandina dell'evento
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 4 ago 2021 12:11 ~ ultimo agg. 12:12
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Continuano gli appuntamenti a Cattolica all’interno del calendario “Cattolica 1271/2021”. Il 16 agosto 2021 la città di Cattolica compie 750 anni. Un compleanno che segna importante traguardo di una storia lunghissima e densa che la città ha scelto di celebrare attraverso un calendario di eventi lungo l’intera estate.

Giovedì 5 agosto alle ore 21 a Cattolica, I Delfini Beach Village (Via Bologna) Marta Boneschi (giornalista e saggista) e Stefano Pivato storico e saggista, professore ordinario di storia contemporanea presso l’Università degli Studi Carlo Bo di Urbino, saranno i protagonisti dell’incontro dal titolo “La civiltà delle buone e cattive maniere”.

Un’occasione per riflettere sul cambiamento dei costumi, della morale e del senso del pudore in una città, come quella di Cattolica, che, per la sua vocazione turistica e balneare ha assistito molto di più di altre all’evoluzione e alla trasformazione dei costumi.

Alla spinta modernizzatrice, che porta a comportamenti più liberi, risponde una controffensiva moralistica che prende a bersaglio ogni strumento della «corruzione dei costumi»: l’educazione sessuale, le cattive letture, il cinema (e il pericoloso buio dei cinematografi), la nuova moda femminile, lo sport che rivela i corpi. La storia del Novecento è tutta in questa lotta fra una progressiva liberazione dei costumi e una resistenza intransigente e bigotta al cambiamento. E oggi? Forse ancora non è proprio “tutta un’altra storia”. Oggi, in un momento storico epocale che ha cambiato i connotati del vivere sociale e i significati dell’essere comunità in direzioni di cui ancora non si possono prevedere gli approdi, la Regina dell’Adriatico ha deciso di compiere una ricerca allo scopo di riconoscere le proprie origini e i modi della propria formazione. È da quel passato che si rivelano le ragioni di una comunità.

Evento gratuito e libero fino ad esaurimento dei posti disponibili. 

Altre notizie
Notizie correlate