Indietro
menu
A Riccione

Rinforzi estivi. La maggioranza attacca il Pd: perché non hanno votato odg?

In foto: Pullè e Majolino
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 6 lug 2021 09:59
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il tema dei rinforzi estivi accende il dibattito politico a Riccione con la maggioranza che punta il dito sul Partito Democratico reo di non aver votato un apposito ordine del giorno presentato mesi fa. “Come abbiamo già più volte scritto – scrivono Fabrizio Pullè e Sara Majolino, capigruppo di Noi Riccionesi e della Lista Tosi –, è la maggioranza che sostiene Renata, che già nel mese di marzo 2021 ha posto l’accento sul tema sicurezza, nei modi e nei termini istituzionali più corretti: evidenziando la problematica con un Ordine del Giorno depositato e discusso in Consiglio Comunale.
Risultato? Il PD ha votato contro l’Ordine del Giorno che chiedeva rinforzi di Forze dell’Ordine alla Prefettura ed al Governo per la stagione estiva; le altre sinistre si sono astenute. Le sinistre, laddove si poteva fare quadrato intorno agli interessi della Città, si sono dimostrate sorde ed assenti, mentre oggi puntano il dito con la classica espressione del “te l’avevamo detto”.
Majolino e Pullè ricordano che “il problema della sicurezza contro le baby gang di giovanissimi sbandati provenienti da altre città, è un fenomeno che non riguarda solo Riccione, ma tantissime località della costa; episodi simili si stanno verificando a Rimini, a Cervia, a Milano Marittima“. La maggioranza riccionese rivendica poi di essersi “mossa per tempo e molto prima delle altre città, andando a richiedere i rinforzi estivi delle Forze dell’Ordine che una Città come la nostra, deve avere. E che, come diciamo da sempre, dovrebbero essere “automatici” ogni anno, non a richiesta“. I due capigruppo evidenziano poi quelle che ritengono alcune contraddizioni interne al Pd con “un ex Sindaco piddino di Riccione” che “apostrofa sui social la maggioranza dicendo che non avrebbe messo in campo uomini per la sicurezza, l’Assessore regionale al Tursimo, il “diversamente piddino” Corsini, specifica invece che la competenza per disporre un aumento delle Forze dell’Ordine è in Capo allo Stato“.
Pullè e Majolino ricordano poi il degrado in zona Marano all’epoca delle amministrazioni Pd. “I rinforzi arriveranno – aggiungono infine –, ma ogni giorno che passa, purtroppo, è un giorno perso“.

Notizie correlate
Nessuna notizia correlata.