Indietro
menu
In pieno pomeriggio

Folle sorpasso in moto in viale Vespucci: conducente ubriaco perde 25 punti

In foto: viale Vespucci
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 16 lug 2021 12:30 ~ ultimo agg. 17 lug 12:38
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Venticinque punti della patente decurtati in un solo colpo per un riminese di 34 anni sorpreso nel tardo pomeriggio di giovedì dalla Polizia Locale mentre sfrecciava a bordo della sua moto lungo viale Vespucci. L’uomo, in sella alla sua Honda, è stato fermato dopo aver sorpassato a tutta velocità un’auto ‘civetta’ della squadra di polizia giudiziaria della Polizia Locale, impegnata in abiti civili in un servizio di presidio del territorio. Un sorpasso avvenuto, oltre che a velocità eccessiva, anche in corrispondenza di un attraversamento pedonale, per altro in una zona come quella di viale Vespucci altamente frequentata. Una volta raggiunto, all’uomo è stata contestato l’eccesso di velocità e il sorpasso in corrispondenza di un’intersezione, violazioni che hanno portato, oltre ai verbali, alla decurtazione rispettivamente di 5 e 10 punti della patente, con sospensione da 1 a 3 mesi. Gli agenti inoltre hanno proceduto con il test alcolemico, che alla prima prova ha fatto segnare un tasso di 1.81, valore confermato poi dal secondo test (1.85). L’uomo è stato quindi denunciato in stato di libertà per guida in stato di ebbrezza, con ulteriori dieci punti decurtati e con sospensione della patente prevista da 1 a 2 anni. La moto, di proprietà del riminese, è stata sequestrata ai fini della confisca.

I controlli per la sicurezza stradale sono proseguiti anche all’altezza di piazzale Gondar, dove è stata fermata una donna alla guida di un motociclo e con a bordo una bambina dopo aver ignorato un semaforo rosso. Alla donna è stata contestata una sanzione da 160 euro e sono stati decurtati 6 punti dalla patente. In totale sono state nove le altre violazioni accertate per l’assenza della cintura di sicurezza o per guida con il telefonino.

Notizie correlate
Nessuna notiza correlata.