Indietro
menu
'E Metromare inutilizzato'

Bus stipati per la Notte Rosa. Erbetta e Zoccarato: piano trasporti fallimentare

In foto: foto da Zoccarato
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 31 lug 2021 13:34 ~ ultimo agg. 15:57
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Bus affollati di giovanissimi e distanziamenti saltati. Il consigliere di Rinascita Civica Mario Erbetta, con corredo di immagini, denuncia quanto avvenuto tra ieri sera e le prime ore di oggi nel servizio di trasporto pubblica per la Notte Rosa puntanto il dito contro l’Amministrazione Comunale di Rimini e Start Romagna (che in realtà ha il compito di eseguire le corse su  linee e frequenze stabilite da Comuni e Amr).
“Ieri sera in stazione si è realizzato quello che avevo denunciato in Consiglio Comunale: biglietteria chiusa alle 20.00 (e lo sarà anche stasera), nessuno che dava informazioni, la gente che assaliva gli autisti per avere informazioni, gli autisti che quindi non potevano andare nemmeno in bagno (a pagamento in stazione) attendendo di ripartire, un bagarino indiano che vendeva i biglietti del bus con ricarico e neppure l’ombra dei facilitatori (addetti a dare informazioni) che avrebbero dovuto aiutare l’utenza.
Ma durante la notte le cose sono peggiorate e stamattina alle 5.30 a Piazzale Curiel era un assalto agli autobus che sono stati costretti a partire strapieni non avendo previsto mezzi a sufficienza.
Dai video si evince come gli autobus fossero gia al capolinea di Riccione strapieni di ragazzi, stipati l’uno con l’altro senza mascherina, senza fare il biglietto e in totale disprezzo di tutte le normative anticovid. Ma gli autobus non dovevano circolare al massimo con l’80% di capienza? Perchè Start Romagna ha permesso questo? Perchè Start Romagna non ha previsto un aumento di di Corse? Perchè non vi erano controlli delle forze dell’ordine per far rispettare le capienze?
Insomma chiediamo il green pass ai clienti dei ristoranti per evitare i contagi e permettiamo questi assembramenti sugli autobus senza dire nulla. Se questa è la nostra strategia comunale per combattere il propagarsi del virus abbiamo perso in partenza per l’ennesima volta”.

Da Mario Erbetta

A denunciare le situazione critiche è anche Il consigliere della Lega Matteo Zoccarato: “Continuano ad arrivarmi segnalazioni, testimonianze e materiale foto/video delle condizioni insostenibili sulla Linea 11, con mezzi stipati oltre all’inverosimile, e condizioni di sicurezza totalmente non rispettate”. Zoccarato rileva poi come “il Metromare, soprattutto negli orari più critici (notte/prima mattinata), risulta ben più scarico rispetto alla Linea 11 evidentemente non sufficiente. Perché quest’opera faraonica idrovora di denaro pubblico, ancor’oggi risulta totalmente inadeguata alle esigenze della città?
Dov’è finito il tanto decantato potenziamento delle linee, se lo scenario a cui assistiamo soprattutto sulla Linea 11 é oramai all’ordine del giorno?
Come possiamo imporre il Green Pass per l’accesso ai settori privati, quando il pubblico e gli enti locali non sono in grado di controllare e gestire i propri di servizi?”.

Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
VIDEO