Indietro
menu
A srl bolognese

Aggiudicato il lotto della "nuova questura" per 14,5 milioni

In foto: la struttura di via Ugo Bassi
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 2 lug 2021 08:12 ~ ultimo agg. 18:34
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La srl bolognese “Ariminum Sviluppo Immobiliare” si è aggiudicata per 14,5 milioni di euro il lotto di via Ugo Bassi dove sarebbe dovuta sorgere la nuova Questura. L’asta si è svolta giovedì mattina in Tribunale a Rimini. La base era fissata a 4,9 milioni di euro con rilanci da almeno 98mila euro. E di rilanci ce ne sono stati parecchi. A dar battaglia alla società bolognese, è stato il Gruppo Conad che si era aggiudicato il lotto nell’asta del 12 maggio scorso per la cifra di 4milioni. A rendere necessaria la replica, l’arrivo però di una offerta migliorativa del 10% entro i tempi previsti dalla legge fallimentare. A testimonianza di un ritorno di interesse sull’area dopo le numerose aste andate deserte nel corso degli anni che avevano fatto crollare il prezzo base da 10 milioni ad 1,5 lo scorso maggio.
Confermata anche la clausola, già contestata in passato dall’amministrazione comunale, che prevede un incremento di prezzo di un milione 850mila euro se entro 18 mesi dall’atto di trasferimento, il comune avrà deliberato la realizzazione di un’area di 1.500 metri ad uso commerciale. Attualmente però l’ipotesi non è prevista dagli strumenti urbanistici che indicano gli spazi come “bianchi” (vale a dire da pianificare a partire da zero). La palla passa quindi alla prossima amministrazione che si insedierà dopo le elezioni di ottobre.