Indietro
venerdì 11 giugno 2021
menu
Volley A2 Femminile

Nel nome il suo destino: la centrale Claudia Consoli per la Consolini

In foto: Claudia Consoli
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 8 giu 2021 17:30
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La Consolini Volley sta operando con grande impegno al completamento del roster e dopo la conferma di Bonvicini, l’annuncio dell’arrivo di Brina, Mazzon e Turco, il Presidente Manconi non si ferma piazzando un altro importante colpo di mercato. Si tratta dell’ingaggio della giovane centrale Claudia Consoli, proveniente dalla neopromossa Acqua & Sapone Volley Group di Roma.

Claudia Consoli, atleta di sicuro affidamento, è nata a Roma nel 2002, è alta 183 cm, è stata Nazionale Under 18, campionessa d’Europa Under 16, miglior centrale agli europei Under 16 e Under 17 del 2017 e del 2018, ed attualmente Under 20. Vincitrice di cinque titoli italiani giovanili, proveniente dal vivaio del Volleyrò Casal de’ Pazzi, Claudia al suo esordio in serie A2 nelle fila della squadra della sua città natale è stata protagonista della promozione in serie A1.

Claudia, benvenuta! Dato il suo cognome era solo questione di tempo prima che si unisse alla Consolini alla conquista dell’A1, che tra l’altro ha già guadagnato l’anno scorso.
“Sono davvero entusiasta di iniziare questa nuova avventura, sono pronta a dare il meglio di me e a mettermi a disposizione della squadra. Carica e pronta per questo nuovo inizio!”

È stato bello alzare la coppa al PalaMarignano? Pensa di rifarlo anche l’anno prossimo difendendo i colori biancoazzurri?
“Sicuramente è stato un anno difficile e pieno di sacrifici, alzare la coppa è stato il momento in cui tutte le rinunce e le fatiche dell’anno si sono “appagate”. E chi se lo sarebbe aspettato che proprio il PalaMarignano sarebbe diventato il mio pala di quest’anno. Sicuramente punto in alto per questa stagione, non dico esplicitamente a cosa, sempre per scaramanzia ma penso sarà l’obiettivo di tutta la squadra”.

Da vera centrale, com’è il suo rapporto con le battute?
“Il mio rapporto con le battute non possiamo considerarlo un “cattivo rapporto”, ma di sicuro c’è da migliorare”.

La aspetta una grande stagione, sperando anche nel supporto dei tifosi, conosce già la curva dei “nipoti”?
“Sì, e non vedo l’ora di iniziarla. Ancora non conosco i tifosi della curva ma avremo modo di presentarci”.

È vero che se una sua compagna le ruba il posto nello spogliatoio non le rivolge più la parola finché non le offre una cena per scusarsi?
“Partiamo dal presupposto che il posto nello spogliatoio è sacro, se me lo rubasse una mia compagna non credo non le rivolgerei più parola, ma la cena potrebbe sempre offrirmela, non mi dispiacerebbe”.

Che musica le piace ascoltare durante il riscaldamento?
“Durante il riscaldamento sicuro musica che dà la carica o le classiche canzoni da cantare che conoscono tutti. Alcune che piacciono a me: Tutta la notte (Sangiovanni) e Smack That (Akon feat. Eminem)”.

Notizie correlate
di Icaro Sport