Indietro
menu
Acli

Libera di essere: videoconferenza di chiusura

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 4 giu 2021 17:30
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Acli Provinciali Rimini aps ha promosso nel 2019 il progetto “Libera di essere”, finanziato grazie ai contributi del bando della Regione Emilia-Romagna di cui alla Delibera n. 1861 del 4/11/2019 – Determina n. 2631 del 17/02/2020. Il progetto, in collaborazione con il Coordinamento Donne Acli Rimini, si è sviluppato insieme a vari partner, tra cui i Comuni di Novafeltria, San Leo, Verucchio, l’associazione Acli Arte e Spettacolo della Provincia di Rimini, l’associazione Cambia-Menti, l’associazione DireUomo, la società di comunicazione Fucina798.

Il bando regionale ha sostenuto progetti rivolti alla promozione e al conseguimento delle pari opportunità e al contrasto alla violenza di genere, aventi come obiettivi:

  • il rispetto per una cultura plurale delle diversità e della non discriminazione, promuovere il tema della parità uomo-donna e le pari opportunità;
  • prevenire e contrastare i fenomeni di emarginazione sociale, di discriminazione e violenza sulle donne, e in particolare ai danni delle donne straniere migranti.

A causa della pandemia non è stato possibile realizzare le azioni previste nel progetto, che è stato quindi rimodulato e approvato dalla Regione nella sua nuova formulazione.

Il progetto “Libera di essere” si è dunque concretizzato nel sito www.aclidonnerimini.it che offre:

  • uno sportello digitale che, grazie alla presenza di operatori del settore, consente di incrociare (anche in tempi di pandemia Covid) la domanda e l’offerta tra donne che desiderano trovare lavoro come badanti/caregiver e famiglie che necessitano di queste figure per la cura dei propri cari;
  • una sezione dedicata alla formazione on line: un corso di lingua italiana per stranieri e un corso di primo soccorso;
  • uno spazio informativo che raccoglie in un unico indirizzario i riferimenti e i link ai siti dei servizi presenti sul territorio provinciale a cui rivolgersi per certificati e documenti, delle associazioni a cui chiedere aiuto in caso di violenza, correlato da una sezione ad hoc dedicata ai servizi Acli (Patronato, Caf, Lega Consumatori) della provincia di Rimini;
  • una sezione con video sulle tematiche correlate e in particolare con testimonianze e racconti di donne straniere che vivono in provincia di Rimini;
  • un blog con notizie sulle tematiche femminili, sulla parità uomo e donna, sull’accesso al lavoro e tanto altro.

Il sito www.aclidonnerimini.it è stato promosso sul territorio con una campagna di comunicazione (affissioni di manifesti dedicati, distribuzione di volantini informativi, comunicati stampa ai media locali, interventi sui social delle Acli provinciali di Rimini, servizi su Tele Icaro e Newsrimini.it).

L’ultimo step di questa campagna comunicativa sarà una video conferenza, fissata per lunedì 21 giugno, ore 18, e visibile in diretta streaming sul sito www.aclidonnerimini.it.

Durante l’incontro on line sarà spiegato il progetto “Libera di essere” e presentato il sito nelle sue varie parti, mentre le rappresentanti dei Comuni di Novafeltria, San Leo e Verucchio (partner del progetto) racconteranno la situazione dei loro territori relativamente alle donne italiane e straniere che vi risiedono (difficoltà o meno nel trovare un impiego, lavoro di cura, presenza o meno di servizi dedicati, eventuali situazioni di discriminazione e violenza, buone pratiche e azioni positive, ecc.).