Indietro
giovedì 17 giugno 2021
menu
Sport e Sostenibilità un binomio vincente

ECOEVENTS e LEGAMBIENTE per uno sport più sostenibile

In foto: L'intervento di Javier Zanetti, vicepresidente dell’Inter
di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 3 minuti
gio 13 mag 2021 15:55
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 3 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La certificazione realizzata da ECOEVENTS e LEGAMBIENTE che si prefigge di rendere gli eventi sportivi sempre più sostenibili, è stata oggetto di un Webinar che ha visto la partecipazione, questa mattina, di personaggi di spicco del calibro di: Valentina Vezzali, già Campionessa Olimpica plurimedagliata ed oggi Sottosegretario di Stato con delega allo Sport; Javier Zanetti, vicepresidente dell’Inter; Federica Brignone, Campionessa Mondiale di sci Alpino; Morten Thorsby, calciatore norvegese, centrocampista della Sampdoria; Andrea Abodi, Presidente dell’Istituto per il Credito Sportivo e membro del Consiglio Direttivo Special Olympics Italia Onlus; Dirigenti della FIGC e di diversi Club di Serie A: Juventus, Bologna FC, Cagliari Calcio. Presenti all’evento, tra gli altri, anche il Presidente nazionale di Legambiente Onlus, Stefano Ciafani, Romano Ugolini e Roberto Carnevali della Rete di impresa Ambiente e Salute – ECOEVENTS.

Abbiamo raccolto alcune testimonianze salienti da alcuni relatori.

Valentina Vezzali: in veste di rappresentante di tutto l’ambiente sportivo nazionale ha aperto i lavori augurandosi che: “questo evento sia il primo passo che porterà il mondo politico e quello sportivo verso una necessaria transizione ecologica.”

Javier Zanetti: “Cerco di fare attenzione ai piccoli gesti che possano essere d’ispirazione per i miei colleghi ed i miei figli cercando di stimolarli a comprendere la lungimiranza di piccoli gesti volti alla responsabilità sociale e ambientale. Ottieni e ridai è decisamente il mio motto.”

Federica Brignone: “Il messaggio va ai più piccoli, ai bambini nello specifico, perché sono loro il nostro futuro; hanno una grande influenza sui più grandi ed oltre ad ereditare il nostro pianeta sono coloro che possono realmente fare la differenza.”

Morten Thorsby: “Dobbiamo migliorare la relazione tra noi e la natura che ci ospita. Dobbiamo trovare tutti il nostro ruolo nel mondo per fare goal per l’ambiente. Il calcio deve portare la sostenibilità ovunque. Attraverso la mia fondazione “We play green” voglio reclutare calciatori che insieme a me portino avanti questo cambiamento. Dobbiamo cambiare le cose in poco tempo.”

Andrea Abodi: “Stiamo lavorando con sei club della Serie A per nuovi stadi che finanzieremo sul presupposto di un filo conduttore: la sostenibilità ad ampio spettro, partendo da quella ambientale, anche attraverso l’efficienza energetica.”

Romano Ugolini: “Lo Sport è da sempre un catalizzatore di cambiamento e trasformazione, dopo la crisi pandemica la salute avrà un’importanza focale nella società. Lo Sport e l’attività motoria contribuiscono alla salute non solo fisica ma anche psichica. Sarà, probabilmente, proprio lo Sport a generare ispirazione ed entusiasmo per riportare il mondo a pensare positivo dopo la crisi. Se allo Sport viene riconosciuto un valore educativo, allora possiamo anche pensare che lo Sport possa contribuire ad amplificare, messaggi di sostenibilità proprio come abbiamo ascoltato oggi attraverso testimonianze di Ospiti illustri. Questo webinar ha centrato perfettamente l’obiettivo di ECOEVENTS e di LEGAMBIENTE, ovvero, di far dialogare il mondo dello Sport e della Sostenibilità, ma è solo una tappa di un percorso che prevede azioni condivise a breve, medio e a lungo termine per il bene comune del pianeta.”

Roberto Carnevali vede la Sostenibilità nello Sport come: “un valore che genera valori. Tutto lo sport e in particolare la potenzialità mediatica del Calcio ha una grande opportunità per diffondere i messaggi di sostenibilità nel quotidiano delle persone a livello Mondiale. La Certificazione “Ecoevents” è il tassello finale che certifica le azioni messe in campo sulla sostenibilità. Vogliamo affiancare Club, Leghe, Federazioni per migliorare la sostenibilità e creare un ecosistema sportivo green. Vogliamo trasformare idee, progetti in azioni concrete, creare dei piani di comunicazione che coinvolgono tutti, dagli atleti ai tifosi. A breve un’importante novità, nascerà una nuova figura: Il Sustainability Sport Manager per lo sport. Credo fortemente in questo progetto, e sono sicuro che se facciamo squadra, questa grande sfida contro i cambiamenti climatici la possiamo vincere!”.

Stefano Ciafani ha chiuso i lavori con queste conclusioni: “Dopo l’appuntamento con i più importanti festival del Paese, abbiamo acceso i riflettori sulle manifestazioni sportive. Gli eventi sportivi, come quelli dello spettacolo, possono e devono intraprendere percorsi verso la sostenibilità, per rendere il loro impatto sull’ambiente sempre minore. Non solo possono coinvolgere centinaia e migliaia di tifosi ma hanno anche la possibilità di consentire al messaggio ambientalista di raggiungere moltissime persone e di sensibilizzarle e indirizzarle verso comportamenti sempre più green. La transizione – ha concluso Ciafani – può e deve passare anche dai campi di calcio, di basket, di tennis, di pallavolo e da ogni altro luogo in cui lo sport è protagonista. La sinergia con la Rete di impresa Ambiente e Salute ci ha permesso di raggiungere e oltrepassare anche questa frontiera, facendo scendere in campo per l’ambiente anche il mondo dello sport.”

Notizie correlate
di Roberto Bonfantini   
VIDEO