Indietro
menu
venerdì 30 aprile

Al Villaggio I Maggio la veglia per il lavoro con il Vescovo

In foto: Il vescovo Lambiasi
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 29 apr 2021 16:09 ~ ultimo agg. 16:33
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Oggi il lavoro rischia di essere un problema: opportunità diminuite, lavori male retribuiti, grande precarietà e incertezza, poca preparazione. È importante, però, conoscere anche quanto c’è di buono, le opportunità sul territorio e le modalità migliori per un positivo approccio al lavoro, oltre che affrontare le situazioni più difficili. L’Ufficio diocesano per la Pastorale Sociale, in collaborazione con la parrocchia del Villaggio 1° Maggio di Rimini, in occasione della festa di San Giuseppe lavoratore, promuove per domani, Venerdì 30 aprile, dalle 20,30 alle 21,30,
in chiesa una veglia dal titolo: “Il lavoro nel tempo della pandemia”.

Saranno proposte quattro testimonianze delle situazioni più esposte in questo tempo di pandemia, di persone di vari ambiti dal punto di vista umano e cristiano. Una infermiera, un medico, anche contagiato dal Covid-19, un lavoratore del mondo agricolo e un bagnino, che rappresenta la situazione del lavoro del mare. Il lavoro e l’attesa anche per l’estate che nel riminese rappresenta sempre un serbatoio di lavoro.

 

. La Veglia sarà presieduta dal Vescovo di Rimini, mons. Francesco Lambiasi.  “Non ascolteremo qualche esperto, – spiega il ‘tono’ della veglia don Pierpaolo Conti, direttore dell’Ufficio per la Pastorale sociale – ma positive testimonianze, racconti di esperienze e di buone pratiche già in atto sul territorio”. Per favorire chi sta lontano o chi non riesce a partecipare, la Veglia sarà trasmessa in diretta sul sito Facebook della Parrocchia.