Indietro
menu
L'intervista a Tempo Reale

Ravaglioli: io vaccinato in Russia ma lì il virus è solo un ricordo

In foto: Alessandro Ravaglioli
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 26 mar 2021 11:22 ~ ultimo agg. 27 mar 09:19
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Alessandro Ravaglioli, riminese con interessi famigliari e lavorativi in Russia (e per anni consigliere comunale a Rimini nel centrodestra), si è vaccinato un paio di settimane fa a Mosca. Ha semplicemente acquistato per circa 26 euro la dose di Sputnik che poi gli è stata somministrata in una clinica privata.

Ai microfoni di Tempo Reale su Icaro spiega però che in Russia non c’è la corsa al vaccino perché di seconda e terza ondata non c’è stata traccia e la popolazione non vive una situazione di emergenza. Anzi è tutto aperto, comprese le discoteche. “In Europa – dice – nessuno ne parla, ma io trovo la situazione molto avvilente. E’ inaccettabile che noi a Rimini stiamo chiusi a casa mentre a Mosca, dove ci sono 20milioni di abitanti e una elevatissima densità, è tutto normale“.

Notizie correlate