Indietro
venerdì 18 giugno 2021
menu
Basket Femminile B

La Ren-Auto porta a casa da Forlì il primo successo

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 4 minuti
dom 28 mar 2021 00:32 ~ ultimo agg. 00:33
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 4 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

LIBERTAS FORLÌ vs REN-AUTO 65-68 (12-19; 18-9; 17-21; 18-19), giocata sabato 27/3.

IL TABELLINO
LIBERTAS: Guidi 3, Balducci 1, Vespignani 14, Montanari 16, Ronchi 4, Cedrini 7, Balestra 12, Bollini 2, Gentile 6. All. Montuschi.

REN-AUTO: Novelli 9, La Forgia 11, Duca E. 5, Pignieri 12, Duca N. 23, Farinello 5, Borsetti, Capucci 3, Castellani, Lazzarini, Tiraferri, Gambetti. All. Rossi.

ARBITRI: Bravo e Guerrini.

CRONACA E COMMENTO
La Ren-Auto di coach Pier Filippo Rossi è di scena a Forlì per la sfida con la Libertas valida per la prima giornata di ritorno del campionato di Serie B: in questo torneo giocato a spizzichi e bottoni a causa del covid Forlì è all’esordio, con le due squadre che ancora non hanno una data per il recupero del match di andata. Le padrone di casa possono contare solo su nove giocatrici a referto, mentre per la Ren-Auto, ancora priva di Palmisano e della lungo degente Vlahova, c’è da registrare la prima convocazione della 15enne Aurora Castellani.

La Ren-Auto parte con un quintetto composto da: Novelli, La Forgia, Capucci, Eleonora e Noemi Duca. Le rosanero cominciano forte, decise ad approfittare del vantaggio fisico che le vede vincere ogni duello individuale in termini di centimetri e della miglior condizione fisico-atletica: un paio di viaggi in lunetta e rapide transizioni dopo buone difese valgono il primo break, 0-9 dopo 4′ di gioco. A 3’40” dalla prima pausa Forlì segna il primo canestro, una tripla, ma la Ren-Auto resta saldamente in controllo, 3-11. Un gioco da tre punti di La Forgia dà all’Happy il massimo vantaggio, +12 con 2′ sul cronometro, 5-17. Nel finale di quarto le rosanero peccano di lucidità, sbagliano molto in attacco e sono meno aggressive in difesa; Forlì si compatta e riduce lo svantaggio al primo intervallo, 12-19.

La Ren-Auto inizia il secondo quarto nel peggiore dei modi e così le padrone di casa tornano a contatto con un parziale di 8-2, 20-21. La Forgia segna dopo un’eternità, ma Forlì trova la tripla del 23-23 e passa addirittura avanti con due liberi dell’ex Vespignani. L’Happy in attacco non costruisce nemmeno cattivi tiri, ma è estremamente imprecisa e sbaglia conclusioni incredibili, diversamente da Forlì che allunga dalla lunetta, 27-23. In un momento di estrema difficoltà le rosanero riescono però a trovare un paio di difese che generano buoni contropiede e firma il parzialino di 5-0 che vale il nuovo vantaggio, 27-28. Forlì però è brava a punire gli errori e con un canestro sulla sirena di Vespignani chiude il primo tempo avanti sul 30-28.

Dopo 20′ di gioco la Ren-Auto deve recriminare esclusivamente sui troppi errori al tiro commessi, tantissimi da sotto canestro, senza alcuna contestazione della difesa. Al ritorno in campo è la lucidità a fare la differenza: Forlì gioca molto più sciolta e, anche se con scarto minimo, resta davanti ad un Happy che, anche dalla lunetta, sbaglia troppo, 36-35. Forlì allunga, ma con un parziale di 6-0 una Ren-Auto finalmente produttiva torna avanti sul 40-41. Le padrone di casa non mollano di un centimetro e con le triple non consentono alle rosanero di staccarsi e anzi si riportano avanti; serve così un gioco da tre punti di Noemi Duca per il nuovo vantaggio, 47-49, con cui si va all’ultima pausa.

Due belle giocate di Farinello, canestro dal gomito e assist per Noemi Duca, fermata col fallo, portano la Ren-Auto sul +5, 47-52 in avvio di ultima frazione. Forlì comincia a pagare la stanchezza e subisce le giocate di energia di Pignieri che segna 6 punti consecutivi con ficcanti penetrazioni: 49-58 a 7’30” dalla sirena. L’ennesima tripla di Forlì consente alle padrone di casa di tornare a -6, ma gli arbitri puniscono con un tecnico le proteste delle padrone di casa e Novelli segna il libero del 52-59. La Ren-Auto sembrerebbe in controllo, ma Forlì, evidentemente trascinata dall’entusiasmo, segna allo scadere dei 24″ la tripla da 8 metri del 56-61 a 4′ dalla sirena. Con 2’23” da giocare Capucci inventa il gioco a due con Noemi Duca che da sotto segna il fondamentale canestro del 59-65. Una serie di errori lascia il punteggio invariato, prima che venga fischiato un antisportivo a Farinello a 1’18” dalla fine: Vespignani segna un solo libero, ma poi aggiunge due punti in penetrazione per il 62-65. Capucci sbaglia la tripla che chiuderebbe il match, ma Vespignani dalla parte opposta commette infrazione e a 32″ la palla torna alla Ren-Auto; fallo immediato su La Forgia che dalla lunetta fa 1/2 per il 62-66. Forlì attacca all’arma bianca, ma sbaglia la tripla della speranza e così Capucci, glaciale dalla lunetta a 9″ dalla fine, mette i due liberi che valgono la vittoria. Finale al Villa Romiti: Libertas-Ren-Auto 65-68.

«Devo fare i complimenti a Forlì che ha giocato una grande partita – attacca coach Rossi: noi abbiamo commesso qualche errore difensivo, ma loro sono state brave a punirci. Avevamo cominciato con l’atteggiamento giusto, poi abbiamo perso lucidità e abbiamo smesso di giocare. Quando giochi contro cinque piccole la partita può presentare delle insidie e abbiamo capito tardi come dovevamo giocare; nel secondo tempo abbiamo cominciato a ritrovare il canestro e dalla metà del quarto quarto abbiamo tenuto il controllo. Abbiamo tirato da fuori con percentuali disastrose: c’è da lavorare ma era importante vincere per il morale e lo abbiamo fatto».

La Ren-Auto tornerà in campo alla Carim sabato 10 aprile, alle ore 20.30, per il match con la Magika Castel San Pietro.

Massimiliano Manduchi
Ufficio Stampa Happy Basket Rimini

Notizie correlate
di Icaro Sport   
VIDEO
di Icaro Sport   
FOTO