Indietro
menu
I numeri comune per comune

Coronavirus. Report 8-14 febbraio, dati in chiaroscuro per Rimini

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 17 feb 2021 15:55 ~ ultimo agg. 18 feb 13:17
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Nella settimana tra l’8 e il 14 febbraio nel territorio dell’Ausl Romagna si sono verificate 2.555 positività su un totale di 37.046 tamponi eseguiti; il tasso di positività è del 6,9 per cento e quindi, in diminuzione rispetto alla settimana precedente (7,4%) anche se a livello romagnolo il numero di nuovi casi della settimana risulta in lieve aumento Per quanto riguarda le persone ricoverate, su tutta la Romagna, a lunedì 15 febbraio, si registra la quota di 364 ricoveri; pur rimanendo l’azienda all’interno del livello rosso del Piano ospedaliero Covid, si registra un ulteriore calo di 58 ricoverati rispetto alla settimana scorsa; anche i riempimenti nelle terapie intensive sono in calo, sia in termini assoluti che percentuali.

In provincia di Rimini i nuovi casi sono stati 941, in calo rispetto ai 1.003 della settimana precedente. Il capoluogo ha avuto 389 casi, Talamello nessuno. La percentuale di positivi sui tamponi è scesa dal 9.0 al 7,9%. Risalgono però i casi attivi, a fronte delle minori guarigioni: al 14 febbraio sono 2.169 rispetto ai 2.070 del 7 febbraio: 957 sono a Rimini, 224 a Santarcangelo, 111 a Riccione e 108 a Coriano. Tornano in crescita i decessi: 41, per un totale di 732. Nella settimana precedente erano stati 32, due settimane fa 30.

“I dati settimanali – commenta Mattia Altini, direttore sanitario di Ausl Romagnaconfermano un trend di sostanziale stabilità del quadro epidemiologico. Un dato incoraggiante lo possiamo ricavare dall’ulteriore calo dei ricoveri registrato anche in questa settimana. Ma il virus continua a circolare  e come confermato  dal sequenziamento eseguito dal laboratorio di Pievesestina , anche sul nostro territorio è stata rilevata presenza della variante inglese. Ecco perché occorre mantenere alto il livello di attenzione, rispettando rigorosamente le linee guida sulla sicurezza, che non ci stancheremo di ripetere , sono incentrate sull’uso della mascherina, igiene e distanziamento”.

Notizie correlate
di Redazione