Indietro
menu
Dopo Bologna arancione scuro

Bonaccini: inizio della terza ondata, serve accelerazione sui vaccini

In foto: il presidente Bonaccini
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 26 feb 2021 11:27 ~ ultimo agg. 16:19
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il presidente della Regione Stefano Bonaccini giovedì sera, dopo l’annuncio dell’attivazione della zona arancione per la città metropolitana di Bologna (vedi notizia) ha pubblicato un post su Facebook per motivare la scelta parlando di “inizio della terza ondata” e della necessità di un’accelerazione sui congedi parentali.

“Nell’area bolognese nelle ultime settimane i casi positivi stanno crescendo a un tasso quasi tre volte superiore alla media nazionale. Il virus viaggia soprattutto tra giovani e giovanissimi. Anche i ricoveri in ospedale e in terapia intensiva crescono. Dunque, le nuove misure sono indispensabili, soprattutto di fronte a varianti del virus che comportano una diffusione più estesa e più veloce.
Oggi (giovedì) ero a Roma per confrontarmi con il Governo sulle nuove misure che saranno adottate e per chiedere che vengano riconosciuti con urgenza i congedi parentali: non si possono lasciare le famiglie con figli piccoli senza risposte. Le risposte ricevute su questo punto sono positive, così come le misure di indennità che si stanno preparando con il prossimo decreto ristori.
Stiamo affrontando l’inizio della terza ondata: non possiamo mollare ora, nel momento in cui stiamo mettendo tutto il nostro impegno per accelerare la campagna vaccinale, indispensabile per battere questo terribile virus”.

Notizie correlate
di Redazione