Indietro
menu
Vicenda annosa

Sottopasso via Portofino: completamento entro l'estate

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 26 gen 2021 13:18
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Entro l’estate sarà completato il sottopasso di via Portofino, infrastruttura strategica per la viabilità di Marebello e di tutto il comparto sud della città. Una vicenda annosa che si trascina ormai da parecchi anni. A febbraio partiranno i lavori che riguardano i collegamenti lato mare del sottopasso. Quelle lato monte sono state invece recentemente realizzate dal privato nell’ambito di un piano particolareggiato.

Il progetto consentirà il collegamento tra la rampa del sottopasso ferroviario Bologna-Ancona esistente, Via Portofino e Piazzale Fidenza. Via Portofino, spiega l’amministrazione, sarà rifunzionalizzata e riqualificata attraverso la realizzazione di piste ciclopedonali in sede propria dando così continuità a quelle della rampa del sottopasso. Saranno inoltre riorganizzati i flussi veicolari su Viale Regina Margherita: l’immissione di via Portofino è prevista con una intersezione che garantirà la continuità dei flussi sul viale in entrambe le direzioni, prevedendo una immissione con svolta a destra da chi si immette da via Portofino. L’intervento, a carico dell’amministrazione comunale, ha un costo totale di 307 mila euro. Prevista anche la realizzazione di una piazzola di sosta per i mezzi di Hera sul lato sud, 10 stalli per auto e 2 stalli per motocicli, oltre ad una banchina pedonale in grado di consentire il transito dei pedoni in sicurezza, così come l’accesso pedonale alle strutture ricettive esistenti.

Grazie alla nuova viabilità, spiega l’amministrazione, Via Portofino diventerà un’importante direttrice di accesso monte-mare, alleggerendo al contempo il peso del traffico sulle strade vicine.

Si avvia dunque al completamento un’opera strategica nel ridisegno urbano e della mobilità del comparto sud della città – è il commento dell’assessore alla mobilità Roberta FrisoniUn intervento atteso dai residenti e dagli operatori della zona di Marebello e che ha rappresentato per tanti anni una sorta di ‘buco’ nella nostra rete viaria. La storia è nota: dopo la realizzazione del sottopasso da parte di RFI nell’ambito dei lavori per il Metromare, il completamento della viabilità era legata all’attuazione di due interventi urbanistici, bloccati a causa delle difficoltà che hanno segnato il comparto edilizio. Non potendo intervenire direttamente sulle aree del piano legato alla riqualificazione della Colonia Murri, l’Amministrazione ha scelto di procedere realizzando la parte a mare dell’opera, aggiornando il progetto e integrandolo con la rifunzionalizzazione della sede stradale e la riorganizzazione dei flussi veicolari. Con i lavori realizzati a monte della ferrovia grazie alla ripresa del piano attuativo e con questi ultimi interventi, entro la stagione estiva potremo finalmente riconsegnare a residenti, operatori e ospiti l’infrastruttura, dotata di percorsi ciclopedonali protetti, e vedere in funzione la nuova organizzazione della viabilità”.

Notizie correlate
di Maurizio Ceccarini   
di Redazione