Indietro
menu
tante le cattive abitudini

Al telefonino mentre si guida. Multe in crescita nel 2020

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 20 gen 2021 14:16 ~ ultimo agg. 15:33
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Nel 2020, visti i diversi mesi di lockdown ,sono state molto meno le auto in circolazione a Rimini, eppure c’è un trend di crescita negativo delle sanzioni legate ai comportamenti stradali: a partire dall’uso del cellulare mentre si è al volante. I dati emergono dal report di fine anno della Polizia Locale di Rimini da cui si evince che, a fronte di un numero di controlli in linea con l’anno precedente, crescono le violazioni. Il dato più significativo è proprio quello dell’uso del telefonino durante la guida, cresciuto del 15,5% rispetto all’anno precedente. Dalle 542 sanzioni del 2019 (erano 275 nel 2018) si è arrivati alle 626 contestate nel 2020. Un aumento che si replica  per la “mancata copertura assicurativa” che dal 211 contestate nel 2019 è cresciuto a 236. Non aumentano, ma comunque si registra una preoccupante crescita se si tiene conto del calo del traffico, le altre violazioni:  il “mancato uso della cintura”, contestato a 515 conducenti (nel 2019 erano 547); “l’omessa precedenza ai pedoni sulle strisce pedonali”, che non hanno rispettato 76 automobilisti ( 87 erano quelli del 2019).

Si tratta di comportamenti su cui si riesce ad intervenire solo attraverso il riscontro diretto degli agenti. Violazioni che vengono sanzionate senza l’aiuto, se non solo parzialmente, delle tecnologie. Ad esempio nel caso dell’uso del telefonino, solo per gli incidente stradali è possibile poter ottenere conferma da parte delle società telefoniche.

Per l’uso del cellulare alla guida la multa va da 165 a 661 euro, con la decurtazione fino a 5 punti sulla patente. È prevista anche la sospensione della patente di guida da uno a tre mesi, qualora lo stesso soggetto compia un’ulteriore violazione nel corso di un biennio.

I controlli specifici per contrastare questo tipo di comportamenti scorretti, – sottolinea l’assessore alla sicurezza Jamil Sadegholvaadcontinueranno anche per il futuro con pattuglie dedicate in via esclusiva a questo tipo di attività. È importante ricordare, soprattutto in riferimento all’uso del cellulare durante la guida, l’estrema pericolosità di questo tipo di comportamenti, che distraggono l’attenzione dalla conduzione di un veicolo, allungando i tempi di reazione, proprio nel momento in cui tutti i nostri sensi dovrebbero essere più coinvolti e concentrati nella guida. L’invito è quello di utilizzare esclusivamente strumenti che evitano la distrazione, quali auricolari bluetooth e speaker, ecc. in modo da viaggiare in piena sicurezza nel proprio interesse e di tutti gli utenti della strada.”