Indietro
menu
Situazione critica

Il grido d'allarme di agenzie viaggi e tour operator

In foto: agenzia viaggi
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mer 2 dic 2020 16:42 ~ ultimo agg. 16:56
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Agenzie viaggi, tour operator, bus turistici. Settori legati al turismo che danno lavoro a migliaia di persone e che, causa pandemia, vivono una crisi profonda. “Senza lavoro da mesi e dimeticati dai sostegni” spiega Gianni Indino, presidente di Confcommercio della provincia di Rimini – Il turismo non può permettersi di perdere questo patrimonio di professionalità e competenze“. “Non abbiamo contributi e sul nostro territorio non possiamo nemmeno lavorare affiancando il servizio pubblico – commenta Roberto Benedettini (Vip Srl) –. Non so se riusciremo ad arrivare al 2021 e anche se ci riuscissimo l’unica cosa che ripartirà come prima saranno le scadenze da pagare, non certo i flussi di lavoro.” “Abbiamo perso il 90% del fatturato – evidenzia Giovannino Montanari (Montanari Tour) –, aspettiamo ancora il primo euro dallo Stato. Tutti i tour operator che lavoravano con le scuole sono già scomparsi e quelli che lavorano con i gruppi turistici lo saranno a breve. Con noi scompariranno intere fasce di turismo.”

 
Notizie correlate
di Redazione