Indietro
menu
SS16: novità da Autostrade

Collegamento SS16, aeroporto, Metromare. Acquisita l'area per la rotatoria

In foto: l'incrocio tra SS16 ed SS72
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 29 dic 2020 14:36 ~ ultimo agg. 22:47
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Un passo avanti per quello che, in prospettiva, potrebbe diventare un polo di connessione tra Ss16, aeroporto e fermata del Metromare di Miramare. Sarà firmato infatti domani l’atto che ufficializza l’acquisizione da parte del Comune di Rimini di oltre 50mila quadrati nell’area tra via Cavalieri di Vittorio Veneto e la Statale 16, per realizzare la nuova rotatoria. Nell’area potrebbe poi essere realizzata, in futuro, anche una navetta di collegamento tra la fermata del Metromare Miramare Airport e lo scalo Fellini. L’acquisizione delle aree, che consente anche di chiudere il contenzioso col privato, rappresenta un passo avanti per quella che il comune definisce una delle opere strategiche per la viabilità della città finanziata coi Fondi Sviluppo e Coesione 2014 – 2020. Tra gli interventi finanziati con i fondi Fsc rientra anche la prossima realizzazione, nel quadrante nord della città, della rotatoria tra via Grazia Verenin e la Statale 16, che consentirà la riorganizzazione della viabilità di accesso alla zona abitata a monte della SS16. Obiettivo del comune, mettere a gara l’opera entro la prima parte del 2021.

Tra gli interventi più attesi ci sono poi le due rotatorie tra la Ss 16 e la consolare di San Marino e tra la Ss 16 e via Montescudo. Secondo il programma di Autostrade per l’Italia, l’avvio dei lavori per la prima infrastruttura è previsto per marzo, per la seconda si comincerà in autunno. Le due rotatorie rientrano nel progetto che comprende in tutto nove interventi sull’Adriatica tra Rimini e Riccione con la realizzazione di un sottopasso e un percorso ciclopedonale nella zona Covignano e di un sottopasso ciclopedonale con Via della Fiera. In questi giorni infine Hera sta procedendo proprio in via della Fiera con quella che tecnicamente si definisce “risoluzione delle interferenze” relativa cioè alla messa a punto dei sottoservizi esistenti in un cantiere.

Notizie correlate
di Redazione   
VIDEO
di Sabrina Campanella   
di Redazione