Indietro
menu
In vigore da mezzanotte

Firmato nella notte nuovo Dpcm. Bar e ristoranti chiusi alle 18

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
dom 25 ott 2020 12:22 ~ ultimo agg. 26 ott 13:07
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Gli ultimi dati epidemiologici, analizzati anche con il CTS non possono lasciarci indifferenti, per la rapida crescita in tutti i territori della nostra penisola, con livelli preoccupanti, e RT di 1,5” così ha esordito il premier Giuseppe Conte nella conferenza in cui ha presentato le misure più restrittive valide dalla mezzanotte di oggi. 

Vogliamo tenere sotto controllo la curva epidemiologica, per gestire la pandemia senza rimanerne sopraffatti, a partire da cure per tutti i cittadini e scongiurare un lockdown generalizzato, che il paese non può permettersi

Nel paese – ha dichiarato ancora il presidente Giuseppe Conte – c’è molta stanchezza, la pandemia ci sta provando, sta creando anche diseguaglianze nuove. Ci sono persone che non possono contare su uno stipendio. Capisco il sacrificio che stiamo chiedendo ad alcune categorie. Mi impegno a nome del Governo ad indennizzi nei loro confronti. Sentirò nel pomeriggio le categorie interessate: arriveranno contributi a fondo perduto, indennità per gli stagionali del turismo.”

Non abbiamo imposto un coprifuoco, parola che non ci piace, ma il consiglio vivo è di muoversi solo per necessità“. “Evitare di ricevere a casa persone che non facciano parte del nucleo familiare

L’Italia nei momenti più difficili ha mostrato la propria coesione e la propria forza. Se a novembre saremo in grado di rispettare le norme e riusciremo ad abbassare la curva dei contagi vivremo dicembre e le festività con maggiore serenità”.

 

Il governo, si apprende, sta accelerando sulle misure di ristoro da 1,5-2 miliardi per le categorie messe più in difficoltà dalle misure. Un Consiglio dei ministri potrebbe essere convocato nelle prossime ore. Il Dpcm sarà in vigore dalla mezzanotte al 24 novembre.

 

. Il documento: DPCM 24 ottobre

In sintesi:

BAR,  E RISTORANTI:
– servizi di ristorazione consentite dalle ore 5:00 alle 18:00. Tutti i giorni compresi festivi.  max 4 persone per tavolo, sole se conviventi;
– consentita senza limiti di orario la ristorazione negli alberghi e in altre strutture ricettive limitatamente ai propri clienti, che siano ivi alloggiati;
– sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio sia per l’attività di confezionamento che di trasporto, nonché fino alle ore 24 la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze

SPORT
– sospese le attività di #palestre, #piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali, fatta eccezione per quelli con presidio sanitario obbligatorio o che effettuino l’erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza, nonché centri culturali, centri sociali e centri ricreativi;
– l’attività sportiva di base e l’attività motoria in genere svolte all’aperto presso centri e circoli sportivi, pubblici e privati, sono consentite nel rispetto delle norme di distanziamento sociale e senza alcun assembramento

SALE DA GIOCO
– sospese le attività di sale giochi, sale scommesse, sale bingo e casinò;

SPETTACOLI, CINEMA , TEATRI:
– sospesi gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all’aperto

 

FIERE

Sospese tutte le fiere anche quelle di carattere internazionale. I congressi erano già stati sospesi con il DPCM del 18 ottobre

SCUOLA
– confermata la didattica in presenza per elementari e medie
– didattica a distanza, almeno il 75%, per gli istituti superiori
– stop a gite e viaggi d’istruzione

TRASPORTOPUBBLICO
– consigliato il NON utilizzo dei mezzi

 

 

Notizie correlate
di Redazione