Indietro
menu
alto rischio assembramenti

Coriano rinuncia alla tradizionale fiera dell'oliva

In foto: fiera dell'oliva
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 16 ott 2020 11:50
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Sarebbe stata la 34esima edizione ma Comune e Pro Loco di Coriano hanno deciso di annullare la tradizionale fiera dell’Oliva e dei prodotti autunnali. La scelta legata all’attuale emergenza sanitaria in atto: “Meteo permettendo – spiegano i promotori – l’affluenza numerosa avrebbe determinato condizioni difficilmente controllabili, vista anche la dislocazione logistica della manifestazione

Con grande senso di responsabilità – spiega Anna Pazzaglia, assessore al Turismo e agli Eventi – rinunciamo alla Fiera ma ricordo che Coriano rimane sempre una delle zone della provincia riminese più vocate alla produzione di olio extravergine di oliva. In base ai dati Istat la superficie ad oliveto in Emilia Romagna è di circa 3900 ettari di cui il 42% sono coltivati in provincia di Rimini.  L’olivo ha da sempre un legame antico e profondo con il territorio corianese e l’olio prodotto nei nostri frantoi è assolutamente un protagonista tra i prodotti ambasciatori del territorio. Invito tutti a visitare i frantoi  e le aziende agricole olivicole  dove si potrà acquistare direttamente il profumato olio extra vergine di oliva.”

È veramente un peccato perdere  questa occasione annuale per il nostro territorio – aggiunge il sindaco Domenica Spinellima non possiamo sottovalutare le difficoltà organizzative e soprattutto le responsabilità che gli organizzatori si sarebbero dovuti assumere per realizzare un evento che sarebbe stato necessariamente troppo sottodimensionato rispetto al solito. Con Terre di Coriano stiamo pensando comunque a qualche azione promozionale.”

 “Siamo veramente rattristati– dice Fabio Cavola, presidente della Pro Loco -, ma in una manifestazione di tale rilevanza non saremmo riusciti ad evitare assembramenti, abbiamo preferito salvaguardare la salute di tutte le persone coinvolte: volontari, espositori, ospiti. Ci vediamo nel 2021”.

Notizie correlate
di Redazione   
FOTO
di Redazione