Indietro
menu
Con l'obiettivo di ampliare

Certificati anagrafici in edicole e tabaccai di Rimini, in arrivo convenzione

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 15 ott 2020 14:28
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Sarà a breve possibile per i cittadini riminesi rivolgersi alle edicole o ai tabaccai per le proprie certificazioni anagrafiche.

La Giunta comunale ha approvato la delibera con cui si definisce questo percorso, autorizzando, attraverso la stipula di una convenzione con il Sindacato nazionale giornalai, per quanto riguarda le edicole, e con la Federazione Nazionale Tabaccai, l’estrazione e rilascio all’utenza delle certificazioni anagrafiche presso gli esercizi autorizzati presenti sul territorio comunale.

Regole e modalità di questa nuovo servizio sono definite nelle convenzioni che saranno sottoscritte in cui, tra le altre disposizioni, è previsto quale corrispettivo massimo che potrà essere applicato da gli esercizi autorizzati per l’erogazione del servizio in oggetto, l’importo di due euro per ogni certificazione richiesta dall’utente. L’abilitazione al collegamento informatico al contenuto della banca dati ANPR sarà rilasciato dal Comune di Rimini tramite apposite credenziali e il Comune non incasserà alcun diritto di segreteria in relazione alle certificazioni anagrafiche rilasciate con questa modalità.

Spiega l’assessore all’Innovazione del Comune di Rimini Eugenia Rossi di Schio: “In prima istanza sono state individuate le edicole e le tabaccherie, presidi capillari del territorio e insostituibili punti di riferimento e di immediato contatto con il cittadino, ma la nostra speranza è che questa possibilità possa allargarsi ad altri soggetti.

Un’iniziativa che consideriamo particolarmente efficace – ha proseguito l’assessore Rossi di Schio –  nel perseguire l’esigenza di promuovere un’offerta del servizio anagrafico più capillare sul territorio e maggiormente accessibile per gli utenti in termini di distanze, orari di apertura e tempi di fruizione. Per quanto riguarda le edicole, poi, il progetto si ricollega alla volontà da parte dell’Amministrazione di dare sostegno a un settore in difficoltà, nell’ambito del risanamento della filiera editoriale, di cui le edicole rappresentano l’anello terminale e punto immediato di contatto con il cittadino. Proprio in questa linea di intervento, la misura “No Tax Area”, in corso nel triennio 2019 – 2021 su impulso delle “Linee Guida” approvate dalla Giunta nel 2019 prevede attualmente un contributo economico a favore delle rivendite esclusive di giornali e riviste, che aderiscono a convenzioni o accordi con il Comune di Rimini per l’attivazione di servizi di rilascio di certificati anagrafici e altri prodotti digitali del Comune di Rimini.

Altre notizie
di Redazione
Tra troppe presunte certezze

Andrà tutto boh!

di Gianluca Angelini
Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione