Indietro
menu
presidio a bologna

Sanità privata. Mercoledì lavoratori in sciopero

In foto: Il segretario Cozza
di Simona Mulazzani   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 14 set 2020 13:49
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email
I lavoratori della Sanità privata saranno in sciopero mercoledì 16 settembre con presidio regionale unitario a Bologna sotto la sede di Confindustria Emilia-Romagna. “La mancata sottoscrizione del rinnovo del contratto nazionale dei dipendenti della sanità privata associati ad Aiop (Associazione Italiana Ospedalità Privata) e Aris (Associazione Religiosa Istituti Socio-Sanitari) – spiega Mario Giovanni Cozza, segretario generale CISL Funzione Pubblica Romagna –  rappresenta un vero e proprio insulto a chi lavora. E’ da 14 anni che il contratto non viene rinnovato. “. In Romagna si tratta di circa 1500 addetti.
I lavoratori – avverte il Segretario – sono stanchi dei giochetti al rialzo dei datori di lavoro. Si tratta di un comportamento grave, scorretto e senza precedenti di Aiop e Aris. Dopo 14 anni senza rinnovo contrattuale, le due associazioni, che raggruppano i datori di lavoro della sanità privata, benché avessero firmato la pre-intesa per il rinnovo del contratto lo scorso 10 giugno, non si sono poi presentate al tavolo per la sottoscrizione definitiva, negando quindi ai lavoratori del settore le garanzie e le tutele che già spettano ai colleghi della sanità pubblica.