Indietro
menu
indagine dei carabinieri

L'uscita a cena, poi il giro in spiaggia. 30enne denuncia: "Mi ha violentata"

In foto: la darsena di Rimini
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
lun 17 ago 2020 14:15 ~ ultimo agg. 18 ago 12:28
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il primo incontro, l’uscita a cena e poi un giro romantico in spiaggia, conclusosi però come lei non immaginava o forse, sarebbe più corretto dire, come non voleva. Perché quel rapporto sessuale sulla spiaggia sarebbe stato “viziato”. Lei aveva bevuto un po’ troppo a tavola e, forse, avrebbe preferito rimandare il primo approccio, mentre lui – stando al racconto della presunta vittima – aveva fretta. Così, consumato un rapporto sessuale in spiaggia, lui l’avrebbe invitata a rivestirsi velocemente perché voleva andarsene. E così avrebbe fatto, lasciandola però lì tutta sola. La donna, una 30enne del Riminese, avrebbe cercato di raggiungerlo, senza riuscirci. A soccorrerla tre passanti che l’hanno notata vagare, sporca di sabbia, in evidente difficoltà.

La presunta violenza sessuale si sarebbe consumata la vigilia di Ferragosto nella spiaggia della darsena e solo l’indomani la 30enne ha trovato la forza di presentarsi al pronto soccorso: lamentava dei dolori al basso ventre e, nonostante i ricordi non fossero nitidissimi, ricordava seppur a sprazzi di aver avuto un rapporto completo. Che, probabilmente, è stato “viziato” dall’alcol. Infatti, al momento dell’atto sessuale la donna non sarebbe stata del tutto in sé e l’uomo ne avrebbe approfittato. Da qui la decisione di denunciare ai carabinieri di Rimini quanto accaduto quella sera, referto medico alla mano.

La 30enne ha raccontato ai militari di aver conosciuto il coetaneo sui social circa un anno fa. Quella, però, era la prima volta che si vedevano di persona. Era stato lui stesso, pare, a farsi vivo in chat dopo mesi che non si sentivano e ad invitarla al ristorante. Un modo per approfondire una conoscenza fino a quel momento solo virtuale. A tavola lui l’avrebbe fatta bere un po’ troppo e, una volta terminata la cena, sarebbe scattata la proposta di proseguire la serata in darsena, luogo raggiunto con l’auto di lui. E’ in spiaggia però che la donna sarebbe stata spinta a cedere alle sue avances, trasformatesi in un rapporto sessuale al quale la 30enne non ha avuto la forza di opporsi.

I carabinieri, dopo aver allertato l’autorità giudiziaria, in queste ore stanno procedendo all’identificazione dell’uomo, anche lui 30enne, residente in provincia.

 

Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione   
VIDEO