Indietro
giovedì 6 agosto 2020
menu
lunedì 6 luglio

Marianna Balducci "inaugura" la casa editrice Sabir

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 4 minuti
gio 2 lug 2020 14:50 ~ ultimo agg. 11 lug 11:28
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 4 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Il temperino che potrebbe diventare aguzzino, i pennini che non sanno più cosa scrivere, l’acetiera che si sentiva il mare dentro, le forbicine che “ci diedero un taglio.. con un tuffo in sforbiciata dentro una piscina profumata”.

C’è una vita nascosta nelle cose e Marianna Balducci, illustratrice riminese, vi scava dentro per tirarla fuori: con disegni e racconti. E con il contributo delle fotografie di Fabio Gervasoni, originario della provincia di Milano, riminese d’adozione. Nasce così La vita nascosta delle cose, pubblicazione che inaugura la collana Lallero della casa editrice Sabir Editore, cui ha dato vita a fine 2019 la cooperativa Koiné di Savignano sul Rubicone (FC).

Quattro le collane, concepite con una logica di serialità, con cui Sabir Editore, diretta da Giorgio Arcari, una lunga esperienza come editor e formatore, debutta in questi giorni nel mercato editoriale italiano: Lallero, con libri dedicati all’infanzia; In Itinere, con proposte innovative rivolte in particolare al mondo della scuola, della didattica, della sperimentazione; In&Out, collana dedicata ai viaggi che ti cambiano nel profondo; ContaminAzioni, contenitore ibrido, che punta a superare le divisioni tra narrativa e saggistica e quelle di genere, con incursioni nei territori della musica, dell’autobiografia, della graphic novel.

La vita nascosta delle cose

La vita nascosta delle cose è una sfida per dimostrare che, anche dietro alle cose più semplici, può esserci un mistero e una storia curiosa da raccontare. A partire dagli oggetti di casa. Eccoli che sbucano fuori dai cassetti, sgusciano via dalla scrivania e, con loro, desideri segreti, piccole paure, buoni propositi…

È un attimo e ti ritrovi ad aprire porticine mentre stavi temperando la matita, a smistare lettere d’amore con lo spremiaglio, a salpare a bordo di un pennino.

La vita nascosta delle cose sarà presentato in anteprima lunedì 6 luglio (ore 20,30) a Savignano sul Rubicone, nell’ambito della rassegna Libri al vento, alla presenza dell’autrice.

Il 13 agosto una seconda presentazione è in programma a Cervia.

Le altre novità di Sabir

Il linguaggio universale dell’immagine di Giorgio Arcari e Roberto Carlucci

Nasce dall’incontro tra un insegnante di scuola media della zona nord di Milano e uno scrittore e formatore il libro che inaugura la collana In Itinere: Il linguaggio universale dell’immagine – Manuale per fare cinema a scuola di Giorgio Arcari e Roberto Carlucci. Un manuale, il primo nel suo genere, che raccoglie l’esperienza didattica di quasi un decennio nelle classi delle scuole medie Locatelli – Quasimodo di Milano.

Un libro che nasce sul campo, per trasferire ad altri un “modello” di insegnamento del cinema, e delle tecniche audiovisive, nelle scuole: “Abbiamo mostrato ai ragazzi film belli e importanti e abbiamo insegnato loro a valutarli con occhio critico – spiegano gli autori – Li abbiamo accompagnati alla scoperta delle macchine da presa e svelato loro quelle nascoste nei loro smartphone. Li abbiamo iniziati alle tecniche per ideare, progettare e scrivere una sceneggiatura, allo sviluppo dell’occhio giusto per preparare scene e inquadrature”.

Un percorso che ha portato anche alla produzione di cortometraggi, girati in interni ed esterni, con l’uso anche di green screen ed effetti speciali. Senza lasciare nulla al caso: dalla progettualità interclasse all’uso degli smartphone degli allievi per creare un gruppo di studenti-attori-registi, fino alle modalità per realizzare un corto in classe con un budget di 700 euro.

Un libro destinato a tutti gli appassionati di cinema ma soprattutto una guida per i formatori e gli insegnanti di scuole di ogni ordine e grado che intendano inserire il cinema nell’attività didattica.

Trasudamerica di Maurizio Cioria

È un diario di bordo, ma anche un viaggio nell’anima, Trasudamerica di Maurizio Cioria: prima uscita della collana In&Out porta il lettore lungo le straordinarie rotte delle Ande, dalla Terra del Fuoco al lago Titicaca. Una esperienza straordinaria nelle desolate e immense terre dell’America Latina che l’autore ha compiuto nell’arco di molti anni.

Un viaggio iniziatico guidato dagli insegnamenti ricevuti da sciamani e maestri incontrati lungo il cammino. Un libro di viaggio, un romanzo, un incoraggiamento a intraprendere la via che conduce alla realizzazione di sé. Maurizio Cioria, appassionato di sciamanesimo e viaggi, da anni lavora nel campo della salute naturale e della crescita personale come operatore e formatore di Shiatsu, Reiki e Meditazione.

Altre notizie