Indietro
sabato 24 ottobre 2020
menu
Calcio Prima Categoria

L'Athletic blinda la porta con Elia Favarelli, Christian Palmieri ed Angelo Russo

di Icaro Sport   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
sab 4 lug 2020 18:18 ~ ultimo agg. 23:35
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Tris di innesti per la rosa dell’Athletic. Infatti dopo l’ingaggio di Giacomo Leardini a centrocampo, la società di Via Costa del Macello annuncia il tesseramento di tre portieri: Elia Favarelli (classe ’93), Christian Palmieri (’98) ed Angelo Russo (’87).

Tre arrivi che, per affidabilità e serietà, rappresentano scelte mirate fortemente volute dalla dirigenza arancioazzurra dopo le partenze di Sebastiani e Montagna. Il tutto impreziosito dal fatto che, ad inizio luglio, in casa bernese è già esaurito, in maniera ottimale, il tema inerente alla difesa dei pali.

“Ho deciso di vestire la maglia del Poggio perché sposo pienamente il progetto proposto – spiega Favarelli -. Apprezzo la volontà della società di creare una squadra giovane, che faccia inoltre affidamento sul settore giovanile. Poi conosco da un paio di anni Mister Capozzolo, col quale ho un ottimo rapporto”.

Il 27enne portiere romagnolo, nelle ultime due stagioni, ha indossato la maglia del Villa Verucchio. Prima ancora è sceso in campo coi colori di Stella, Falco, Spadarolo, Verucchio, Sant’Ermete, Montescudo e Tre Villaggi, per un totale di due stagioni in Promozione, altrettante in Prima e sei in Seconda. Ora Favarelli è pronto ad abbracciare una nuova esperienza: “Da questa avventura mi aspetto riscatto, considerate le ultime annate contraddistinte da infortuni, con l’ultimo torneo oltretutto terminato anzitempo a causa della pandemia. Sono sicuro di trovare col Poggio gli stimoli per offrire il meglio di me”.

Anche Palmieri è entusiasta del primo impatto con l’Athletic: “Fin da quando è stato proposto e presentato, il progetto mi è sembrato subito molto ambizioso, stimolante e ben pensato – commenta il 22enne estremo difensore riminese -. È un progetto importante capace di regalare soddisfazioni nel breve termine ma soprattutto nel lungo periodo, dato che è costruito sui giovani”.

Il neo atleta del Poggio proviene dal Verucchio, compagine con la quale ha partecipato agli ultimi tre campionati di Prima. In precedenza significative le esperienze in Eccellenza con la Savignanese ed in Promozione col Coriano. Adesso però la mente è già proiettata sui prossimi mesi in casacca arancioazzurra: “Mi aspetto una squadra animata da tanta voglia di dimostrare il proprio valore, soprattutto che si impegni a raggiungere gli obiettivi stagionali pianificati dalla società”.

Il più esperto del parco portieri bernese è Russo, pronto ad una nuova sfida in Prima. “Ho deciso di vestire la maglia del Poggio per la percezione avuta che stia nascendo un progetto serio – spiega il 33enne atleta di origini pugliesi -. L’intenzione è quella di valorizzare i giovani affiancando loro giocatori più esperti come, ahimé, il sottoscritto. Lo scopo è creare un gruppo omogeneo che potrà portare risultati sul campo. Inoltre si respira una bella atmosfera, sono davvero molto curioso di vedere cosa riusciremo a fare”.

Russo ha una maturità che, in campo e all’interno di uno spogliatoio, possono essere un valore aggiunto. Del resto il suo curriculum parla per lui: Santarcangelo, Real Monteleone, Delfini, Bakia, Igea Marina e Folgore, toccando con mano categorie come la serie D e la Promozione. “Mi aspetto di raggiungere quanto prima gli obiettivi fissati dalla società, sia in termini di risultato che di gruppo. Sarei felice di rappresentare un buon esempio per i più giovani e, personalmente, di dimostrare il mio valore dopo la scorsa stagione, per me un po’ travagliata a causa di un infortunio”.

Ufficio Stampa
ASD Athletic Poggio

Notizie correlate
Campionato Italiano Velocità

L’ELF CIV torna a Misano World Circuit

di Icaro Sport   
FOTO