Indietro
menu
Appello alla prudenza

Indice di contagiosità in lieve risalita in Italia. Sei Regioni con Rt sopra 1

In foto: repertorio
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
sab 18 lug 2020 17:21 ~ ultimo agg. 17:48
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La settimana dal 6 al 12 luglio segna un lieve aumento dei casi di coronavirus in Italia. Lo rileva il monitoraggio settimanale del ministero della Salute e Iss. Per la prima volta dopo la fine del lockdown, l’indice nazionale va sopra ad 1 (nel dato calcolato sulle due settimane). Complessivamente, comunque, il quadro generale della trasmissione e dell’impatto dell’infezione rimane “a bassa criticità”. Sono sei le regioni con l’indice Rt sopra l’1 e tra queste c’è l’Emilia Romagna (1,06). Le altre sono Lazio (1,23), Lombardia (1,14), Piemonte (1,06), Toscana (1,24) e Veneto (1,61). Si tratta del dato riferito alla settimana 6/12 luglio. L’indice però va analizzato di pari passo con l’incidenza dei contagi rispetto alla popolazione visto che il rischio sale dove più circola il virus. In Italia si contano 4,6 casi ogni 100 mila abitanti rispetto ai 4,3 della settimana precedente. In Emilia Romagna i casi sono 6,35 ogni 100mila abitanti (erano 4,17). I nuovi casi in regione nella settimana presa in esame dal monitoraggio sono stati 283 contro i 186 di quella precedente. Nel computo delle due settimane l’Rt dell’Emilia Romagna resta, anche se di poco, ancora sotto la soglia di attenzione con 0,91.

Ad incidere sul numero di nuovi casi rilevati in tutta Italia, spiega il monitoraggio, sono le attività di screening. Si registrano, oltre ai focolai attribuibili alla reimportazione dell’infezione, anche alcune piccole catene di trasmissione di cui rimane non nota l’origine.  Necessario, ha detto il direttore generale Prevenzione del ministero della Salute, Giovanni Rezza, “continuare a mantenere comportamenti ispirati alla prudenza. Da parte sua la Sanità pubblica deve intervenire prontamente per intercettare eventuali focolai e contenerli rapidamente“.

Notizie correlate
di Redazione   
VIDEO
di Redazione