Indietro
menu
Il report del Ministero

Indice contagiosità. L'Rt più elevato in Veneto ed Emilia Romagna

In foto: repertorio
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 24 lug 2020 19:22
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Incidenza stabile dei nuovi contagi in Italia e indice di contagiosità Rt che torna a scendere sotto 1 (0,95), la soglia di guardia. Il monitoraggio relativo alla settimana dal 13 al 19 porta buone notizie a livello nazionale anche se restano focolai in quasi tutte le Regioni e molti legati a persone che provengono da Paesi ad alta incidenza. E’ per questo “necessario – spiega Giovanni Rezza, direttore della Prevenzione del ministero della Salute – continuare a tenere dei comportamenti prudenti: distanziamento sociale, uso delle mascherine, igiene personale.” Da segnalare anche l’abbassamento dell’età media dei casi diagnosticati che nell’ultima settimana è scesa intorno ai 40 anni. Tra le sei Regioni con Rt superiore ad 1 (nella media delle due settimane) si conferma purtroppo l’Emilia Romagna in lieve risalita con 1,14 e dietro solo al Veneto (1,18). Ci sono poi Piemonte, Liguria, Lazio e Lombardia. L’indice di contagiosità per far suonare un campanello d’allarme deve però coincidere anche con un numero elevato di nuovi casi: in Regione tra il 13 ed il 19 luglio se ne sono registrati 247 con una incidenza di 5,54 per 100.000 abitanti (in calo rispetto alla settimana precedente). In Italia l’incidenza è di 4,6 per 100 000 abitanti.
Da sottolineare come siano sempre pochi i casi che richiedono ospedalizzazioni.
È essenziale – si legge nelle conclusioni del Report – mantenere elevata l’attenzione e continuare a rafforzare le attività di testing-tracking-tracing in modo da identificare precocemente tutti i potenziali focolai di trasmissione e continuare a controllare l’epidemia. Per questo rimane fondamentale mantenere una elevata la consapevolezza della popolazione generale sulla fluidità della situazione epidemiologica e sull’importanza di continuare a rispettare in modo rigoroso tutte le misure necessarie a ridurre il rischio di trasmissione quali l’igiene individuale, l’uso delle mascherine e il distanziamento fisico”.

L’indice Rt Regione per Regione

Abruzzo: 0.5
Basilicata: Rt 0.06
Calabria: Rt 0
Campania: Rt 0.8
Emilia Romagna: Rt 1.14
Friuli-Venezia Giulia: Rt 0.71
Lazio: Rt 1.04
Liguria: Rt 1.06
Lombardia: Rt 1
Marche: Rt 0.62
Molise: Rt 0
Piemonte: Rt 1.07
Bolzano: Rt 0.57
Trento: Rt 0.38
Puglia: Rt 0
Umbria: Rt 0.3
Sardegna: Rt 0.32
Sicilia: Rt 0.88
Toscana: Rt 0.99
Valle d’Aosta: Rt 0.1
Veneto: Rt 1.18

Altre notizie
di Andrea Polazzi
VIDEO
di Andrea Polazzi
indispensabili in ogni ufficio

La busta corretta per ogni formato di carta

di Redazione