Indietro
domenica 2 agosto 2020
menu
Eventi

Incontri con l'autore a Verucchio: San Marino rifugio nella Guerra

In foto: dalla copertina
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 22 lug 2020 11:35 ~ ultimo agg. 11:45
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Al quarto appuntamento con la rassegna di Incontri con Libri e Autori della biblioteca Don Milani di Villa Verucchio, si parlerà delle famiglie ebree nascoste a San Marino e salvate dallo sterminio durante la Seconda Guerra Mondiale: giovedì 23 in Piazza Europa Davide Bagnaresi, Giuseppe Marzi e Antonio Morri presentano La meravigliosa bugia. Domenica 30 agosto, l’associazione sammarinese Treno Bianco Azzurro accompagnerà poi tutti gli interessati a una camminata raccontata per visitare le gallerie che ancora oggi mostrano i segni dell’ospitalità durante il periodo bellico

L’introduzione all’incontro:

La Resistenza, i rifugiati dell’ultima Guerra nel nostro territorio, in particolare l’esperienza di San Marino dove tanti trovarono riparo nelle gallerie dai bombardanti a tappeto: dopo le donne di Lia Celi, la pinacoteca immaginaria di Alessandro Giovanardi e le radici di Federico Fellini a cura di Gianfranco Miro Gori, la rassegna di Incontri con Libri e Autori organizzata dalla biblioteca ‘Don Milani’ di Villa Verucchio ospita giovedì 23 luglio alle 21 in piazza Europa la presentazione de La meravigliosa bugia (Giuntina) scritto da Davide Bagnaresi, Giuseppe Marzi e Antonio Morri

Quand’è che una bugia diventa meravigliosa? Quando dura per lungo tempo senza essere scoperta, quando è frutto di tante complicità, quando è l’origine di tante fragili bugie che generano una tacita intesa. Una bugia è «meravigliosa» quando salva una vita. Durante la seconda guerra mondiale, furono diverse le famiglie di ebrei nascoste nella Repubblica di San Marino e salvate così dallo sterminio. Questo libro racconta le loro storia”. Così gli autori presentano e sintetizzano il loro lavoro, un libro verità figlio di tre professionalità che hanno fuso le rispettive esperienze e che chiude la parte di rassegna ospitata da Piazza Europa, ideale giro di boa prima degli ultimi due appuntamenti al Museo Civico Archeologico.

L’argomento non termina nella serata di giovedì perché ospiti della serata saranno i referenti dell’associazione sammarinese Treno Bianco Azzurro, che domenica 30 agosto accompagneranno tutti gli interessati a una camminata raccontata per visitare le gallerie che ancora oggi mostrano i segni dell’ospitalità durante il periodo bellico. La partecipazione alla camminata sarà gratuita, adatta a tutti, con partenza alle 9 dal parcheggio funivia di Borgo Maggiore (RSM) e rientro alle ore 11,30.

Davide Bagnaresi è infatti docente a contratto in Storia dei Consumi e delle imprese turistiche nel Corso di laurea in Economia del Turismo presso il Campus di Rimini e da tempo, per conto dell’Università Pontificia Salesiana, sta seguendo le tracce del “primo” Federico Fellini, quello adolescente, di cui presto pubblicherà la storia inedita.

Giuseppe Marzi è invece telecineoperatore presso la Televisione di Stato della Repubblica di San Marino: inviato numerose volte in diversi ambiti internazionali,è autore del primo testo a trattare la storia degli ebrei a San Marino (Il viale delle Rose, Giuntina 2012)

Antonio Morri, infine, è medico, autore di pubblicazioni scientifiche che riguardano la storia sanitaria e sociale della Repubblica di San Marino. Tra i suoi libri più recenti si ricorda: Chino in bianco & nero: immagini degli anni ’60 a San Marino dall’archivio di Francesco Burgagni (2018)

Altre notizie
Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione