Indietro
menu
Il commento sui numeri

Assestamento bilancio. Rossi (Pd): nessuno deve sentirsi lasciare indietro

In foto: Nadia Rossi
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 29 lug 2020 18:09
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

L’assestamento della Regione Emilia-Romagna è stato il primo atto di bilancio dell’epoca post-Covid. Non si tratta quindi, solo, di numeri e denari, ma soprattutto di aiuti, investimenti, sostegno reale a chi ha perso di più, a chi sta facendo più fatica a riprendersi, a chi ha necessità di servizi più capillari e prossimi” lo dice Nadia Rossi, consigliera regionale Pd.

Ma non possiamo non citare i numeri. – aggiunge Rossi – Innanzitutto i 12,5 milioni di euro che spettano alla provincia di Rimini. Questa somma rientra dello stanziamento complessivo di 40 milioni, raddoppiato grazie a un emendamento di Pd e maggioranza rispetto a quanto inizialmente previsto, destinato a sostenere l’economia dei territori più fragili della Regione, ovvero le ex zone rosse e le aree montane e interne”.

In generale – spiega la Rossi – è confermato l’impegno verso le imprese, il motore della nostra economia, e in particolare quelle dei settori più colpiti dalla pandemia come quelle del settore turistico. Destiniamo 11,6 milioni a quelle della Costa, della montagna e delle aree interne. Nel dettaglio – specifica la consigliera riminese – 1,3 milioni sono previsti per le agenzie di viaggi, 2 milioni per le imprese turistico-ricettive della montagna, 3,6 milioni per gli stabilimenti balneari, 800mila euro per investimenti dei pubblici esercizi, A questi si accompagnano interventi per la promozione turistica per oltre 2 milioni di euro. Aiuti anche per il mondo agricolo attraverso una legge regionale ad hoc anch’essa approvata durante l’ultima seduta del Consiglio regionale, con quasi 25 milioni di sostegno alle imprese, di cui 2 per le attività promozionale degli agriturismi”.

Non dimentichiamo il settore della cultura, che riceve fondi extra per 1,6 milioni destinati in particolare al sostegno di festival ed eventi nella fase di ripresa post emergenza, a progetti speciali a sostegno dei musicisti e operatori della filiera musicale, del teatro e della danza. Altri 300.000 euro sono per le scuole di musica affinché acquistino strumenti per la corsistica e la didattica. – prosegue Rossi – Per gli studenti ricordo anche l’impegno della nostra Regione per garantire il trasporto pubblico gratuito fino a 14 anni”.

Noi vogliamo lanciare un messaggio chiaro: nessuno deve sentirsi lasciare indietro. – conclude Nadia Rossi – Questa emergenza lascerà strascichi pesanti per molti. Ne usciremo solo con una visione di lungo termine, inclusiva ed espansiva

Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione