Indietro
menu
tutti gli eventi gratuiti

Su zoom l'edizione 2020 di Mare di libri

In foto: Mare di Libri
di Simona Mulazzani   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 22 mag 2020 19:34
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Si svolgerà dal 12 al 14 giugno, online, sulla piattaforma Zoom la tredicesima edizione di “Mare di Libri“. È stato presentato oggi, durante una conferenza stampa online, il programma.
Il Festival dei Ragazzi che leggono non fa mancare la sua presenza nemmeno in questo delicato periodo, e il suo staff di giovani lettori ha messo a punto un nuovo programma di eventi, in linea con i contenuti e le modalità che gli utenti di Mare di Libri hanno imparato a conoscere ed apprezzare.

In più, quest’anno sarà possibile davvero per tutti seguire gli eventi in programma, poiché sarà possibile sia iscriversi agli eventi, per poter entrare nella chat e intervenire con le proprie domande, ma anche semplicemente assistervi grazie allo streaming che avverrà sulla pagina Facebook Mare di Libri e sul canale youtube del festival.
Per quanto riguarda la partecipazione agli eventi, quest’anno, per la particolarità dell’edizione e il desiderio di coinvolgere quanti più lettori possibile, è stato deciso che ogni evento sarà
proposto a titolo completamente gratuito. Sarà possibile sostenere Mare di Libri e il suo lavoro culturale con contributi completamente liberi e volontari.
Il programma, snellito rispetto alle edizioni in presenza, mantiene tutti i format più apprezzati, con qualche novità: un format introdotto con questa edizione è 30’ di futuro, nel quale tre
importanti ospiti – Roberto Saviano, Michela Murgia e Elisa Palazzi – dialogheranno con gli utenti sul tema del futuro declinato in tre sfumature differenti. Mare di Libri in onda è ideato e gestito dall’Associazione Culturale Mare di Libri e promosso dalla casa editrice Rizzoli e dalla libreria dei ragazzi Viale dei Ciliegi 17 di Rimini

Notizie correlate
di Andrea Turchini