Indietro
menu
Il documento Inail

Linee Inail per ristoranti: 4 metri a cliente, prenotazione e stop ai buffet

In foto: repertorio
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 12 mag 2020 16:15 ~ ultimo agg. 13 mag 13:52
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Misure ancora più restrittive di quelle attese emergono nell’ipotesi di rimodulazione del settore della ristorazione elaborata da Inail e Istituto Superiore di Sanità.

Lo spazio per ogni cliente nei ristoranti deve infatti passare da 1,2 metri a quattro. Previsto anche lo stop al servizio a buffet. Nel documento si sottolinea anche l’importanza dell’introduzione della prenotazione obbligatoria. “Il layout dei locali di ristorazione – si legge – andrebbe rivisto garantendo il distanziamento fra i tavoli – anche in considerazione dello spazio di movimento del personale – non inferiore a 2 metri e garantendo comunque tra i clienti durante il pasto (che necessariamente avviene senza mascherina), una distanza in grado di evitare la trasmissione di droplets e per contatto tra persone, anche inclusa la trasmissione indiretta tramite stoviglie, posaterie. Va definito un limite massimo di capienza predeterminato, prevedendo uno spazio che di norma dovrebbe essere non inferiore a 4 metri quadrati per ciascun cliente, fatto salvo la possibilità di adozioni di misure organizzative come, ad esempio, le barriere divisorie. La turnazione nel servizio in maniera innovativa e con prenotazione preferibilmente obbligatoria può essere uno strumento organizzativo utile anche al fine della sostenibilità e della prevenzione di assembramenti di persone in attesa fuori dal locale“.

L’Inail suggerisce anche, soprattutto in una prima fase, soluzioni che privilegino l’uso di spazi all’aperto rispetto ai locali chiusi, anche attraverso soluzioni di sistema che favoriscano queste modalità.

il documento

Notizie correlate
di Maurizio Ceccarini   
VIDEO