Indietro
menu
Mano tesa alle imprese

L'appello di Zilli: i vigili aiutino i negozianti a rispettare le regole, senza sanzioni

In foto: Filippo Zilli in una puntata di Fuori dall'Aula
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 19 mag 2020 10:55
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Un nucleo della Polizia Locale di Rimini che giri tra le attività che hanno riaperto dopo il lockdown e le aiuti a capire se tutte le misure previste dai protocolli sono rispettate. Senza sanzioni. A proporlo è il consigliere comunale Filippo Zilli secondo cui sarebbe utile per “aiutare le imprese nell’operare nel modo corretto, garantendole da eventuali sanzioni “ incolpevoli”, e garantirebbe ai lavoratori ed ai cittadini una maggiore sicurezza sanitaria.

La nota di Filippo Zilli

Sono tantissimi gli esercizi commerciali, negozi bar e ristoranti, che già da ieri, 18 maggio, hanno finalmente riaperto le proprie attività.

Una riapertura accompagnata da tantissime incertezze, oltre che sul futuro economico dell’attività stessa, anche e soprattutto sui comportamenti e le distanze da tenersi in base ai protocolli e linee guida regionali.

Il comune deve aiutare le imprese.

Propongo di far girare un nucleo della Polizia Municipale “Attività per Attività”, controllando che tutto sia ordinato e sistemato come da protocolli per garantire la salute pubblica, ed ovviamente, in caso di errori o manchevolezze, NON APPLICARE ALCUNA SANZIONE AMMINISTRATIVA ma semplicemente indicare le modifiche da apportare, aiutando quindi l’impresa e tranquillizzandola sull’incertezza dilagante in questi giorni.

Questa operazione altro non farebbe che aiutare le imprese nell’operare nel modo corretto, garantendole da eventuali sanzioni “ incolpevoli”, e garantirebbe ai lavoratori ed ai cittadini una maggiore sicurezza sanitaria