Indietro
menu
allestito triage esterno

Interventi di urologia e ginecologia si trasferiscono alla Nuova Ricerca

In foto: il triage allestito esternamente alla Nuova Ricerca
di Simona Mulazzani   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
ven 3 apr 2020 14:37
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Da martedì 7 aprile parte una nuova collaborazione fra AUSL Romagna e Clinica Nuova Ricerca di Rimini. L’accoglienza e l’assistenza dei pazienti COVID ha, infatti, via via diminuito l’attività chirurgica nei blocchi ospedalieri dei presidi di Rimini e di Riccione e in questo contesto emergenziale, al fine di consentire il mantenimento di una residua attività chirurgica nella disciplina di Ginecologia ed Urologia, è stato attivata una nuova procedura operativa in collaborazione con la Clinica che sarà attiva per tre giorni alla settimana da martedì a giovedì.

Per preservare la salute di pazienti e operatori sanitari all’esterno della Nuova Ricerca è già in via di allestimento uno spazio triage dalla Protezione Civile, zona filtro che esaminerà i pazienti per verificare l’eventuale contagio COVID prima dell’ingresso. Saranno accolti i pazienti con profilo preoperatorio già eseguito o da effettuare in Clinica. Opereranno i medici dell’Ospedale, mentre la Nuova Ricerca renderà disponibili, oltre alla sala operatoria e gli ambulatori di diagnostica, l’anestesista, il personale infermieristico di laboratorio e amministrativo.

Dal primo giorno di questa epidemia – dice Giorgio Celli, Direttore Generale della Clinica Nuova Ricerca – AUSL Romagna è a conoscenza della nostra disponibilità a fornire, senza oneri per l’AUSL, strutture e professionisti per le necessità emergenti. Quella che si è concretizzata crediamo sia molto utile a pazienti estranei al COVID e che potranno portare avanti un percorso diagnostico-terapeutico non procrastinabile”.