Indietro
menu
Misure a sostegno delle imprese

Botteghe, artigiani, servizi. Gnassi a Cna: serve salto di pensiero

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mar 7 apr 2020 14:38
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Ripensarsi perché lo scenario, anche una volta ripartiti, sarà completamente diverso e sarà necessario un cambio radicale per servizi e attività. Preoccupazioni e possibili strategie sono state condivise in una videoconferenza tra il sindaco di Rimini Andrea Gnassi e i rappresentanti di Cna dell’Emilia Romagna, con la partecipazione del presidente regionale Dario Costantini e del presidente provinciale Mirco Galeazzi.
Il primo indicatore economico attuale è la riduzione dei contagi da Covid-19 – ha detto il sindaco – prima presidiamo questo fronte, prima possiamo passare alla fase due, quella della ripartenza economica. Fatta questa imprescindibile premessa, come Anci Emilia Romagna abbiamo formulato una serie di proposte sul breve e medio periodo che mirano a dare un sostegno immediato alle imprese e ai lavoratori, che vanno ad affiancarsi ad una serie di misure applicate sin da subito dall’Amministrazione, come ad esempio la sospensione delle scadenze tributarie”.

Il cambio di passo sarà necessario: “penso – ha proseguito Gnassi – alla rete di servizi diffusi, alle botteghe di vicinato, agli esercizi nei borghi, alle attività artigiane. Non possiamo ripartire gestendo la situazione come normale amministrazione, serve un salto di pensiero”.

L’incontro è servito anche per fare il punto sulle misure introdotte dall’Amministrazione a sostegno delle imprese. Sono già stati approvati:
–    il differimento al 30 giugno per le rate in scadenza fino al 31 maggio di carichi tributari arretrati
–    lo spostamento della scadenza del riversamento dell’imposta di Soggiorno fino al 16 luglio.
Sono invece in fase di approvazione dal Consiglio Comunale (con efficacia retroattiva)
–   la sospensione del versamento della Tari al 31 luglio;
–   il differimento dei pagamenti e la non applicazione delle sanzioni per ICP e canoni impianti pubblicitari, COSAP fino al 31 luglio;
–   in fase di definizione anche l’introduzione nel Regolamento Tari di riduzione per rifiuti da bio gas, per le aziende che conferiscono cibo ancora edibile alle Onlus, per gli agriturismi, per le aree scoperte operative e lo spostamento della terza rata al 16 dicembre.
–   sono in fase di approvazione anche modifiche al regolamento generale delle Entrate e delle entrate Tributarie, per l’ampliamento delle rateizzazioni per atti emessi dal 1 gennaio 2020.

Notizie correlate
di Lamberto Abbati   
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna