Indietro
menu
Agricoltura Economia

L'agricoltura sociale nella campagna salernitana

di Francesca Magnoni   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
lun 24 feb 2020 15:57
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

DOVE CI PORTA NEW FARMERS

La seconda puntata della 4° edizione di New Farmers ci porta nella campagna salernitana, nel paesino di Campagna, poco distante da Eboli, dove si estendono colline di uliveti secolari, a volte in abbandono, proprio come certe zone della nostra penisola, destinate allo spopolamento. Qui conosciamo la giovane Teresa Di Giuseppe, 39 anni, laureata in cooperazione internazionale, che nel 2016 assieme ad altri 2 soci fonda la Cooperativa R-Accogliamo, per avviare un’attività di agricoltura sociale e offrire opportunità di formazione e inserimento lavorativo.

La sede ristrutturata di un ex convento dei frati camaldolesi risalente al 1.600, è stata ristrutturata ed è circondata da 2 ettari e mezzo di terreno con piante di ulivo, una coltura di zafferano, ortaggi biologici

LE ATTIVITA’ DI R-ACCOGLIAMO

In questa puntata vedremo come si possono sposare la sostenibilità ambientale per la salvaguardia delle risorse idriche, ecologiche e naturali assieme alla promozione dell’integrazione sociale con l’inserimento lavorativo di soggetti svantaggiati. Scopo della cooperativa RAccogliamo infatti è quello di portare avanti un virtuoso progetto di agricoltura sociale ed artigianato eco-sostenibile  assieme ad attività socio-educative per soggetti svantaggiati con disagio fisico e sociale.

Teresa ed i suoi soci, grazie ad un forte legame con il territorio, con le prefetture, le amministrazioni comunali, le associazioni come Confagricoltura, il sostegno della Diocesi locale, altre realtà del terzo settore e le aziende agricole ed artigianali del territorio, ha elaborato un progetto di formazione e inserimento lavorativo rivolto soprattutto a migranti e richiedenti asilo in quei settori agricoli e artigianali in cui le aziende locali cercano personale, come appunto il settore olivicolo, l’apicoltura e la falegnameria. Nella struttura è anche attivo un laboratorio di sartoria e tintura naturale di tessuti rivolto soprattutto a donne vittime di tratta.

LA PUNTATA di NEW FARMERS

Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
di Simona Mulazzani