Indietro
menu
analisi sulle recensioni

Riccione città enjoy per i turisti stranieri

In foto: panoramica sulla spiaggia
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
mer 15 gen 2020 15:33
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

La città più “enjoy” d’Italia è Riccione. Il dato emerge dall’analisi intitolata “Enjoy: rapporto sulla percezione dell’Italia turistica” condotta da Sociometrica in collaborazione con TripAdvisor ed Expert System, presentata ieri a Roma nella sede dell’ENIT. La domanda che fa da filo conduttore alla ricerca è stata: quali località italiane sono legate le migliori esperienze di viaggio secondo i turisti stranieri?

Grazie all’intelligenza artificiale sono state analizzate decine di migliaia di recensioni in lingua inglese postate su TripAdvisor dai turisti stranieri che hanno visitato l’Italia nel 2019. “Se guardiamo al ranking delle prime destinazioni turistiche italiane – si legge nella ricerca – vediamo una netta prevalenza dell’area della Romagna, che “piazza” al primo posto Riccione con 91 punti sul massimo di 100”.

Poi la ricerca dedica uno specifico paragrafo a Riccione  “le destinazioni turistiche top”  dove si legge: “Il primato di Riccione è la quintessenza della forza di un modello d’offerta(.)… Troviamo in questa destinazione, secondo i sentimenti che i suoi ospiti esprimono, la percezione di un luogo votato alla relazione, dove la prevalenza del “fattore umano” e del turismo come “performing art” – se così possiamo dire -, rappresentano il design implicito della destinazione”.

D’altra parte, basta guardare ai termini più utilizzati: enjoy, amazing, fantastic, wonderful, beautiful sono parole spese per l’esperienza turistica nella sua interezza. (…) Il concetto di fun nel caso di Riccione si declina in vario modo, ma riesce ad essere sempre un divertimento ben organizzato e preparato”.

Infine la ricerca dedica un capoverso alla “specificità di Riccione è anche legata al turismo per gli appassionati delle due ruote. E’ davvero una sorta di brand il filo rosso che lega la destinazione romagnola al ciclismo”.  “Il frequente ricorso al termine recommend, ugualmente, dice che l’esperienza turistica è talmente apprezzata da volerla condividere e suggerirla a quante più persone possibile. Fino al punto che (si tratta di un trend comune alla riviera romagnola) sono in molti a scrivere di voler tornare (o esservi stati) nello stesso hotel e nello stesso ristorante da quattro, sei, otto anni”.

Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
di Redazione