Indietro
menu
Riccione

Addio a Giuseppe "Carmelo", anima dell'ex delfinario

In foto: Giuseppe Carmelo Caniglia durante uno degli spettacoli.
di Simona Mulazzani   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
gio 26 dic 2019 15:24 ~ ultimo agg. 27 dic 14:07
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto Visualizzazioni 1.733
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Con i suoi immancabili baffi, la simpatia contagiosa, la passione per i delfini, è stato uno degli addestratori e animatori più amati dell’ex delfinario di Riccione. Se ne è andato a 74 anni il giorno di Natale, dopo una lunga malattia, Giuseppe “Carmelo” Caniglia, gestore insieme a Leandro Stanzani della grande vasca da 25 metri che sorgeva sul lungomare di Riccione. Con le evoluzioni di Pelè, Candi, Bravo e degli altri tursiopi i suoi spettacoli hanno fatto innamorare dei meravigliosi mammiferi generazioni di bambini, riccionesi e turisti. Immancabile in ogni spettacolo l’invito ad un bambino per il giro in canotto trascinato da un delfino e la spruzzata di un particolare settore “per i temerari” con il tuffo di pancia dei mammiferi.

Su facebook la famiglia Caniglia invita tutte le persone che volevano bene al caro Giuseppe “Carmelo” a commemorare la sua vita Sabato 28 Dicembre alle ore 15,00 alla chiesa Mater Admirabilis di Riccione in Via Gramsci, 39. La famiglia, inoltre, esprime il desiderio di ricevere lettere pensieri, aneddoti fotografie che più gli ricordano Giuseppe.