Indietro
menu
inaugurazione col vescovo

A Villa Maria l'immagine e le parole di Carla Ronci

In foto: l'inaugurazione
di Simona Mulazzani   
Tempo di lettura lettura: < 1 minuto
mar 17 dic 2019 12:37
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura < 1 minuto
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Con una cerimonia semplice e raccolta, nei giorni scorsi nella Cappella della Casa di Cura Villa Maria di Rimini il Vescovo Mons. Francesco Lambiasi ha scoperto l’immagine della Venerabile Carla Ronci. Posta alla sinistra dell’altare, l’immagine di Carla Ronci arriva a Villa Maria grazie all’iniziativa intrapresa da un ristretto gruppo di amici e parenti della Venerabile a pochi mesi dalla celebrazione del cinquantesimo anniversario della sua scomparsa, avvenuta nella Casa di Cura il 2 aprile del 1970.

Siamo qui – ha detto Mons. Lambiasi nel corso della celebrazione – per benedire questo segno che viene posto in sua memoria e siamo qui anche per chiedere a Carla che non si stanchi di darsi da fare per tutti quelli che qui operano e che sono ricoverati e che hanno bisogno di quella speranza senza la quale la sofferenza rischia di essere un peso insopportabile“.

Nelle vicinanze dell’ altare, i visitatori troveranno un piccolo cesto contenente diversi foglietti colorati. Ognuno di questi riporta una frase tratta dai “diari” di Carla Ronci. Parole che sono state definite “piene di luce” e “di mistica tenerezza”, in grado di trasmettere la levatura spirituale della Venerabile.

La Presidenza della Casa di Cura ha accolto favorevolmente l’iniziativa perché a Villa Maria ci sia una “presenza spirituale” di Carla Ronci e per esprimere vicinanza ai pazienti e a tutti coloro che raggiungono la Cappella, perchè ci sia un effettivo momento di sollievo, di pace e una rapida e completa guarigione.