Indietro
menu
Progetto

Tempo di bilanci di fine anno per il progetto A.P.P.Rendo.

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 20 dic 2019 15:39 ~ ultimo agg. 7 gen 16:09
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

Centinaia i minori interessati dalle attività portate avanti da A.P.P.R.endo, progetto che vede il coinvolgimento di 25 enti che operano nell’ambito educativo e del sociale tra le province di Rimini e Forlì Cesena. Una progettazione complessa e articolata sostenuta da Con i Bambini, Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, fascia di età 5-14 anni,  che vede come capofila Il Millepiedi, cooperativa riminese con esperienza trentennale nel settore.

La fine dell’anno coincide spesso con un momento di riflessione e analisi del proprio operato quindi andiamo nel dettaglio delle principali attività messe in campo dall’avvio del progetto ad oggi.

Colazioni a scuola: si è partiti con un incontro rivolto a genitori e insegnanti in ogni istituto scolastico coinvolto. Grazie a una simulazione gli stessi hanno potuto comprendere meglio finalità e potenzialità del progetto oltre che a provare direttamente i prodotti, biologici e a km0. Dalla metà di novembre, sono state avviate le colazioni con gli studenti, prevedendo 1 appuntamento settimanale con 1/2 classi a rotazione. Cinque i plessi coinvolti, centinaia i ragazzi del primo anno di elementari e medie che fruiscono di questo speciale momento di condivisione mattutino tutto dedicato a loro, alla relazione con i nuovi compagni, alle sane abitudini alimentari. Questa azione è coordinata dalla cooperativa Il Millepiedi.

7 le classi attualmente coinvolte, per un totale di circa 150 studenti e 11 docenti in 4 plessi scolastici, sino ad oggi interessate dai gemellaggi virtuali a cura di Educaid. La Polonia e il Kenya i due paesi in cui sono stati avviati percorsi di conoscenza e avvicinamento con docenti e  coetanei inseriti in contesti scolastici equivalenti in grado di parlare, confrontarsi e riflettere sul mondo della comunicazione. Il mondo è diventato piccolo? Forse no ma grazie alle nuove tecnologie è sempre più facile raggiungere località anche molto distanti, sempre più importante è stimolare nei giovani la voglia di relazionarsi e condividere esperienze di conoscenza con i loro coetanei, lontani o vicini che siano. A breve inizieranno anche gli incontri per i genitori sull’uso dei nuovi media e le opportunità e/o criticità ad essi collegati.

Che la comunità cinese in Italia sia in continua espansione è dato noto, che a Savignano sul Rubicone vi sia la seconda comunità più numerosa dopo Prato molto meno. E i numeri di Rimini sono in continua crescita. Ecco perchè una delle azioni previste dal progetto, portata avanti da Monte Tauro, è espressamente dedicata a questa realtà.  Ad oggi circa un centinaio di ragazzi hanno frequentato il doposcuola (15 ore settimanali per 20 settimane), 60  i corsi di recupero estivo (10 ore settimanali per 5 settimane), 30 le attività di gioco calcio (2 ore settimanali per 20 settimane). L’integrazione passa però dal coinvolgimento e dalla sensibilizzazione del contesto famigliare e scolastico. Ecco la motivazione che sottende l’organizzazione di un corso di italiano per i genitori. 

Continua l’esperienza delle attività extrascolastiche a Bellaria partite da ottobre di quest’anno. I GET – Gruppi Extrascolastici Territoriali – sono stati attivati presso le scuole Medie Panzini grazie al lavoro esperto de Il Millepiedi. Sono rivolti  ai bambini delle scuole primarie e ai ragazzi delle medie. L’appuntamento è previsto per ogni lunedì, mercoledì e venerdì pomeriggio: un gruppo di quasi quaranta giovani si ritrova con gli educatori per studiare, fare merenda e giocare insieme.

Notizie correlate
Rimini Rimini Social

Gaza City I Can

di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna