sabato 7 dicembre 2019
menu
Salvini. "In piazza anch'io"

Sardine a Rimini. L'annuncio ufficiale

In foto: la Vecchia Pescheria
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti Visualizzazioni 8.184 visite
mar 19 nov 2019 12:37 ~ ultimo agg. 20 nov 12:31
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min Visualizzazioni 8.184
Print Friendly, PDF & Email

Dopo il tam tam partito già ieri alle prime notizie ufficiose apparse sui social network (vedi notizia), oggi sulla pagina facebook ufficiale di “6mila sardine” arriva l’ufficialità dell’evento delle sardine anche a Rimini. Con il logo “l’Emilia Romagna non si lega” l’evento si intitola “Rimini non abbocca (Pesce palla in arrivo)” in programma domenica alle 17 alla Vecchia Pescheria. Il riferimento al pesce palla, spiegano gli organizzatori, è perchè “Salvini e la sua macchina del marketing hanno già dichiarato che il capitan Pesce Palla verrà in piazza a “conoscere” le sardine. Quindi oltre alla vostra sardina preparate un bel pesce palla da ragalargli”.

Domenica  alle 15, Salvini inaugurerà la nuova sede della Lega di via Bonsi, insieme alla candidata Lucia Borgonzoni. E per il prossimo appuntamento di domenica proprio a Rimini sottolinea che “ci vado anche io in piazza con loro”. “Io vado a proporre perché queste sono piazze contro, io vengo a Rimini per, vado a Firenze per, sono stato a Modena per. Le piazze contro sono rispettabili e sono curioso di sapere qual è la proposta”, come riporta l’agenzia Dire.

Le sardine -spiegano i promotori – hanno testa e poca pancia. Non ragionano come gli uomini. Non hanno bisogno di un comandante. Non hanno bisogno di urlare e insultare. Hanno bisogno di una pescheria, anzi, di una Vecchia Pescheria! Un luogo che chi viene da fuori non può conoscere, un luogo che appartiene a chi vive sul territorio, alla sua storia, alle sue radici fatte di accoglienza, relazioni sociali e lavoro duro. Ecco che allora le saraghine riminesi si ritroveranno domenica per contarsi, stringersi, esprimere che la politica sana che ognuno vive nel quotidiano sarà sempre più forte degli slogan e degli insulti. Perché a prescindere dal colore politico meritiamo tutti una campagna elettorale diversa.  La Vecchia Pescheria si trasformerà in una fucina di creatività e resistenza. Sarà arte e libertà, anarchia e potenza, sarà follia e bellezza.  Nessuna bandiera, nessun insulto, nessuna violenza. Perchè fa più rumore un mare in silenzio che un pirata che urla”.

Notizie correlate
di Redazione   
di Redazione   
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna