Indietro
lunedì 23 novembre 2020
menu
Calcio e Salute

Rimini FC. Presentata la collaborazione con Isokinetic. Grassi: "Pace, pace, pace"

In foto: La presentazione della collaborazione
di Roberto Bonfantini   
Tempo di lettura lettura: 5 minuti
gio 29 ago 2019 11:40 ~ ultimo agg. 30 ago 13:27
Facebook Whatsapp Telegram Twitter
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 5 min Visualizzazioni 1.206
Facebook Twitter
Print Friendly, PDF & Email

In occasione della presentazione della collaborazione tra la Rimini Calcio ed il centro Isokinetic Rimini, il presidente della società biancorossa ha lanciato il claim della stagione appena iniziata: “Pace, pace, pace!”. L’opposto di quel “Guerra, guerra, guerra!” dell’anno scorso che non portò benissimo alla maglia a scacchi.

Al tavolo dei relatori, per la presentazione, Giuseppe Gasparre, responsabile sanitario Isokinetic Rimini, Roberto Acquaviva, direttore Isokinetic Rimini, il presidente del Rimini FC, Giorgio Grassi, ed il segretario del Rimini FC, Marco Mercuri.

Fa gli onori di casa Roberto Acquaviva: “Siamo qua perché siamo riusciti a trovare un accordo per una collaborazione tra Isokinetic Rimini e Rimini Calcio. Isokinetic è un network riabilitativo e fortunatamente siamo presenti anche a Rimini. Abbiamo la fortuna di collaborare a Verona con l’Hellas e a Bologna con il Bologna Calcio, e sono contento che abbiamo trovato anche a Rimini un accordo con la società di calcio più importante della città. Il nostro scopo è garantire il supporto per l’aspetto riabilitativo. Ci concentriamo sull’esercizio fisico, crediamo molto nell’esercizio fisico, meno sulle terapie riabilitative strumentali. Lavoriamo in ambienti diversi, oggi siamo in palestra, ma lavoriamo anche in piscina appoggiandoci all’Hotel Touring e per quanto riguarda la riabilitazione in campo al centro di don Pippo. Avere all’interno del centro un medico fisiatra come il dottor Gasparre, che è anche specializzato nella diagnostica, è già una bella garanzia”.

Giuseppe Gasparre aggiunge: “Siamo un centro di eccellenza Fifa e per valutare i progressi che l’atleta svolge durante la fase di recupero ci basiamo su tre test fondamentali: quello cinetico per controllare il recupero della forza, quello di soglia che serve per valutare il recupero aerobico e metabolico e, infine, il M.a.t. per analizzare i movimenti, utile a valutare come l’atleta li esegue in fase riabilitativa ma anche preventiva. Per noi è motivo di orgoglio questa collaborazione”.

Parola poi al presidente Giorgio Grassi: “Il recupero degli atleti nel calcio è fondamentale. Questo accordo tanto ci onora, perché si tratta di un’istituzione di primo livello in Italia. Orgoglio e gratitudine perché chiunque si proponga di aiutarci è sempre ben accetto”.

Quanto incide l’aspetto psicologico nel recupero dagli infortuni? “Noi non abbiamo uno psicologo nel nostro centro di Rimini – risponde Acquaviva, però crediamo che supportare il paziente a 360° possa essere importante, anche per incentivarlo nelle fasi finali, soprattutto nel recupero del gesto specifico”.

Gasparre conferma il concetto: “è un aspetto centrale nel nostro credo”.

Il presidente sulla prima di campionato. “Questa settimana è stata positiva, anche per questo accordo – risponde Grassi -. Momento positivo, godiamocelo perché abbiamo avuto 40 giorni travagliati. Mi auguro di fare un grande campionato, che i tifosi siano felici, che la città ci sostenga perché il calcio è passione e ci auguriamo che siano più le gioie dei dolori”.

Sul mercato. “Le complicazioni di quasi tre campagne acquisti-cessioni rimarranno quasi fino alla fine. Direi più luci che ombre, e sulle ombre voglio tacere perché ci stiamo lavorando. Non si può immaginare di essere stra-felici e stra-contenti di quanto fatto. Quello che è sicuro è che cercheremo di completare il numero degli under, anche se sarà difficile. Dobbiamo anche adoperarci per le uscite. L’anno 2018/2019 per me è stato un “annus horribilis””.

Su Danso. “È molto complicata la situazione perché Danso è un ’98, ma non è tra quelli che può fare minutaggio. A centrocampo abbiamo individuato altri giocatori. È un giocatore dall’alto potenziale, ma se non dovesse giocare la sua carriera sarebbe abbastanza a rischio. L’augurio che gli abbiamo fatto è di andare a giocare. Per me è un giocatore fortissimo, dal potenziale fisico straordinario, arriva però un momento in cui ci sono più giocatori che squadre disponibili ad ingaggiarli. I ’97 poi sono passati in un momento da under a over. Noi abbiamo a che fare con Federazioni e Leghe che non valutano l’impatto delle scelte effettuate. Noi l’anno scorso quando abbiamo preso i ’97 avevamo fatto una valutazione. Per esempio Volpe sarebbe stato un prospetto interessante se fosse rimasto under, adesso si trova in una delle posizioni più scomode immaginabili. Ci sono giocatori che sono sotto contratto per cifre importanti”.

Presidente, qual è il messaggio di quest’anno? “Il messaggio di quest’anno è ottimismo. Ieri sono stato a cena con Renato (Cioffi, ndr), sta facendo un gran lavoro, come Rino (D’Agnelli, ndr). Ho visto una squadra compatta, poi abbiamo giocatori strutturati che non saranno pronti fino a settembre. Diciamo dopo il “Guerra, guerra, guerra” dell’anno scorso potremmo dire “Pace, pace, pace!””

Il presidente annuncia il passaggio a direttore di Marco Mercuri“Abbiamo vissuto l’estate con una riorganizzazione, sono stato il supporto di Giorgio (Grassi, ndr) nel dare continuità alla vita societaria e sportiva. Resto a fare il mio lavoro, con un contatto più diretto con Giorgio e di coordinamento del lavoro organizzativo. Sulla stagione concordo con Giorgio: dobbiamo mantenere i piedi per terra. Abbiamo fatto i tre punti, ma Rimini vive di eccessi, sia in positivo che in negativo. Abbiamo qualità con uno staff tecnico adeguato. Arriveranno anche sconfitte, e dovremo mantenere umiltà ed equilibrio. Poi un eventuale miracolo sportivo saremmo tutti ben felici di accoglierlo. Per Isokinetic abbiamo portato avanti la trattativa con calma. Ci onora questa collaborazione, ci potrà dare un contributo importante. È un lavoro che andrà fatto in collaborazione con il nostro staff medico. Gli infortuni più gravi saranno affrontati presso Isokinetic, quelli meno gravi verranno gestiti presso la nostra struttura al campo. È una collaborazione che andrà a comprendere anche il settore giovanile e le loro famiglie. Già da domani metteremo in calendario degli incontri. Abbiamo pensato di riservare una serata anche per tutte le nostre affiliate. È una partnership commerciale”.

La presentazione della collaborazione tra Rimini FC e Isokinetic Rimini è stata trasmessa in diretta sulla pagina Facebook Icaro Sport.

LA NOTA DEL RIMINI FC
Nuovo prestigioso partner per il Rimini F. C. che oggi ha ufficializzato la propria collaborazione con Isokinetic, gruppo medico internazionale specializzato nella prevenzione, diagnosi, cura e riabilitazione dei traumi ortopedici e sportivi.

Nato nel 1987 a Bologna, nel corso degli anni, grazie alla competenza e alla professionalità del proprio staff sanitario, si è sviluppato nelle principali città italiane, è presente anche a Londra, diventando punto di riferimento per alcuni importanti club nel panorama calcistico nazionale. La collaborazione con il Rimini F. C. è stata presentata questa mattina nella sede riminese del network riabilitativo.

“Abbiamo la fortuna di lavorare con Bologna F. C. ed Hellas Verona e siamo molto fieri di poter collaborare, qui a Rimini, con la realtà calcistica più importante della nostra città – ha affermato il direttore Robero Acquaviva -. Il nostro compito sarà quello di aiutare e supportare i biancorossi per tutto ciò che concerne l’aspetto riabilitativo”.

La parola è poi passata a Giuseppe Gasparre, responsabile sanitario di Isokinetic Rimini. “Siamo un centro di eccellenza Fifa e per valutare i progressi che l’atleta svolge durante la fase di recupero ci basiamo su tre test fondamentali: quello cinetico per controllare il recupero della forza, quello di soglia che serve per valutare il recupero aerobico e metabolico e, infine, il M.a.t. per analizzare i movimenti, utile a valutare come l’atleta li esegue in fase riabilitativa ma anche preventiva”.

Per il Rimini F. C. erano invece presenti il presidente Giorgio Grassi e il segretario Marco Mercuri. “Il recupero degli atleti nel calcio è fondamentale – ha affermato il presidente Grassi -. Ringrazio Isokinetic per questa collaborazione, un accordo che ci onora perché si tratta di un’istituzione di primo livello in Italia”.

Sulla stessa lunghezza d’onda Marco Mercuri. “Un partner molto importante che lavorerà in sinergia con il nostro staff medico e ci potrà dare un grande contributo. Gli infortuni più gravi saranno affrontati presso Isokinetic, quelli meno gravi verranno gestiti presso la nostra struttura al campo”.

Sergio Cingolani
Ufficio stampa Rimini F. C.

Notizie correlate
di Icaro Sport   
FOTO