lunedì 22 aprile 2019
In foto: la refurtiva recuperata
di Lamberto Abbati   
lettura: 1 minuto 1.055 visite
mar 9 apr 2019 12:57 ~ ultimo agg. 10 apr 11:23
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto 1.055
Print Friendly, PDF & Email

Un 41enne siciliano, originario di Partinico, è stato arrestato dai carabinieri di Riccione con le accuse di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali, furto e ricettazione. L’uomo, sabato scorso, non si è fermato ad un posto di controllo e, a bordo del suo motorino, ha quasi investito un carabiniere. Ne è nato un inseguimento rocambolesco per le vie del centro di Riccione. Tre le pattuglie che dopo circa mezz’ora hanno finalmente bloccato il malvivente all’altezza di via Portofino (non distante dal depuratore).

Il 41enne, senza fissa dimora e con precedenti per furto e rapina, dopo aver imboccato una via senza uscita, ha lasciato a terra lo scooter ed è fuggito a piedi scavalcando un muretto. Circondato dai militari, ha reagito aggredendoli con calci e pugni (due carabinieri hanno riportato ferite lievi refertate in ospedale con 10 giorni di prognosi). Alla fine si è arreso ed è stato arrestato e condotto in caserma.

Sotto la sella dello scooter 125, risultato rubato un paio di giorni prima, sono stati trovati tre portafogli rubati in zona porto da alcune auto in sosta, collanine, orologi e materiale per lo scasso. Rinvenuti anche un portatesserino con l’effige della guardia di finanza e uno sfollagente. Le indagini proseguono e i militari non escludono che il malvivente, attualmente in carcere, possa essere anche l’autore di alcuni colpi in abitazione e di truffe ai danni di anziani.

Altre notizie
di Redazione
di Maurizio Ceccarini
Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
VIDEO
di Icaro Sport   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna