giovedì 21 novembre 2019
menu
21 marzo

I Centri giovani alla giornata della memoria

di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
gio 4 apr 2019 09:57 ~ ultimo agg. 5 apr 09:33
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

Anche quest’anno, il sesto consecutivo, il Centro Giovani di Cattolica e il Centro Giovani RM25 hanno partecipato con entusiasmo alla Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie che si è svolta a Ravenna il 21 marzo, con una grande novità: per la prima volta, è stata condivisa questa esperienza con i ragazzi del Centro Socio Occupazionale (CSO) di Rimini, grazie al lavoro di rete interno all’Associazione Sergio Zavatta Onlus, che ha in gestione queste tre realtà.

La giornata è iniziata di buon mattino con la partenza in pullman da Rimini, dove i ragazzi hanno avuto modo di conoscersi meglio e approfondire il significato della manifestazione, ed è proseguita con la partecipazione al corteo colorato e festoso lungo le vie del centro di Ravenna che si è concluso con l’arrivo ai Giardini Pubblici della città, quando i volontari, tra i quali molti bambini, hanno scandito dal palco i più di mille nomi delle vittime innocenti delle mafie.

E’ stato significativo notare che, anche chi inizialmente aveva partecipato all’iniziativa col solo intento di fare un giro per la città e trascorrere del tempo in compagnia dei propri amici, ne abbia conosciuti di nuovi e si sia sentito sempre più toccato e coinvolto dall’allegria contagiosa che lo circondava, in cui tante età, personalità, lingue, colori, suoni si sono uniti in un’unica voce e richiesta: non dimenticare chi ha pagato con la vita la propria ribellione alle mafie.

La missione dei Centri Giovani gestiti dall’Associazione Sergio Zavatta Onlus è proprio questa: coinvolgere i ragazzi non solo tramite momenti ludici e di aggregazione come il biliardino o il ping pong, ma aiutarli e accompagnarli in un periodo importante della loro vita con attività di orientamento scolastico e lavorativo, attraverso la promozione di laboratori e stage, supportandoli nella stesura del curriculum e assecondando le loro inclinazioni artistiche e musicali, mettendo a disposizione una sala prove dedicata.

L’obiettivo è portare i ragazzi a sviluppare un senso di cittadinanza attiva e consapevole, promuovendo esperienze che stimolino la loro curiosità, l’entusiasmo, l’integrazione e la socializzazione.

In questo senso la condivisione di esperienze tra i Centri Giovani di Cattolica e Rimini insieme al Centro Socio Occupazionale non rimarrà un caso isolato, ma si ripeterà molto presto, quando nel corso della prossima estate queste tre realtà parteciperanno per il sesto anno consecutivo a E!State Liberi. Un progetto dell’Associazione Libera finalizzato alla valorizzazione e alla promozione del riutilizzo sociale dei beni confiscati alle mafie, attraverso una settimana di vita di campo, immersi in esperienze di impegno sociale, segno di una volontà diffusa di essere protagonisti e di voler tradurre i valori in impegno, con azioni concrete, di responsabilità e di condivisione.

Il Campo si svolgerà, presso la Cooperativa Sociale La strada, parte del Consorzio NCO, nella settimana che va dal 8 al 15 Luglio. Per maggiori info e prenotazioni scrivete a centrogiovanicattolica@gmaill.com o rm25rimini@gmail.com.

Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
VIDEO
di Redazione   
di Simona Mulazzani   
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna