giovedì 21 novembre 2019
menu
Commenti dalla minoranza

Irpef. Zoccarato: Rimini nord è una scusa; Erbetta: e il mutuo da 20 milioni?

In foto: i consiglieri Erbetta e Zoccarato
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti
ven 22 mar 2019 17:23 ~ ultimo agg. 17:24
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min
Print Friendly, PDF & Email

La scusa campata in aria di dover alzare le aliquote per finanziare i cantieri di Rimini Nord, non solo lascia il tempo che trova, ma è talmente farraginosa che non convince nemmeno buona parte della maggioranza“. A dirlo, il giorno dopo l’aumento dell’addizionale Irpef, è il consigliere comunale della Lega Matteo Zoccarato secondo cui “se la paura di Gnassi fosse stata realmente quella di non poter contare, in tempi utili, sui contributi stanziati dal Governo, il Sindaco di Rimini, ‘titolare’ di un bilancio comunale di circa 200milioni di euro, avrebbe cercato nei mille rivoli della finanza pubblica quella manciata di milioni necessari per far partire i cantieri.” La ragione dell’aumento, secondo l’esponente del Carroccio, sarebbero da ricercare nelle “scelte politiche di questa Amministrazione hanno comportato, nel corso degli anni, un’impennata delle spese correnti che oggi, in qualche modo, sono chiamati a coprire. E per le menti argute del Partito Democratico, la scelta più scontata, nonché la più immediata, non poteva che essere quella di pescare nelle tasche di dipendenti e pensionati.

L’aumento dell’addizionale Irpef se pur modificata nelle aliquote è un provvedimento iniquo che massacra le famiglie, i pensionati e tutto il ceto medio“. Lo dice il consigliere di Rinascita Civica Mario Erbetta che, tra le altre cose, evidenzia come “la nuova tassa porta fondi alla parte corrente e solo indirettamente libera fondi in parte investimenti. Prova ne è che non è prevista alcuna temporalità dell’aumento delle aliquote che invece rimarranno tali fino a che una nuova delibera le cambi”. Erbetta torna anche sul mutuo da 20milioni di euro annunciato nei giorni scorsi dal sindaco per mettere mano a strade e piazze cittadine. “Ci si può fidare – si chiede – di un’amministrazione dove l’assessore al bilancio dice che i conti sono tutti in ordine e che non si chiederanno nuovi mutui e il Sindaco lo contraddice un’ora dopo? Ci si può fidare di un’amministrazione che vuole far passare un’aumento dell’addizionale Irpef scaricando le colpe sul governo quando i revisori hanno previsto problemi già a dicembre?“. Scontata, per Erbetta, la risposta: no.

Altre notizie
di Redazione
di Redazione
di Redazione
di Andrea Polazzi
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna