giovedì 14 novembre 2019
menu
Cambio epocale

Addio all'ora legale. Il parlamento UE approva la risoluzione

In foto: Ritorno al Futuro parte III
di Andrea Polazzi   
Tempo di lettura lettura: 2 minuti Visualizzazioni 2.554 visite
mar 26 mar 2019 16:06
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 2 min Visualizzazioni 2.554
Print Friendly, PDF & Email

Il 2021 potrebbe essere l’ultimo anno in cui ci sarà il cambio dell’ora. Il dibattito, lanciato dai paesi nordici, era in corso da qualche anno e ora il Parlamento europeo ha approvato la risoluzione legislativa che sostiene la fine del passaggio dall’ora solare a quella legale: 410 i voti a favore, 192 contrari e 51 astensioni. Dopo il 2021 saranno gli Stati membri a decidere il proprio fuso orario. I Paesi che opteranno per l’ora legale dovrebbero regolare gli orologi per l’ultima volta l’ultima domenica di marzo 2021, mentre quelli che valuteranno di mantenere l’ora solare dovrebbero spostare gli orologi per l’ultima volta l’ultima domenica di ottobre 2021. E se non sarà il 2021 al massimo potrebbe essere l’anno seguente: nella risoluzione si afferma infatti che la Commissione può presentare una proposta legislativa per rinviare la data di applicazione fino al massimo di 12 mesi. La formulazione definitiva della norma avverrà poi tramite i negoziati con i ministri Ue. L’attuale direttiva impone agli Stati membri di passare all’ora legale l’ultima domenica di marzo e di tornare a quella solare l’ultima domenica di ottobre.

Ad avanzare la richiesta di abolizione dell’ora legale erano stati i paesi più settentrionali dell’UE che imputavano al cambio di orario di farci vivere a ritmi non rispettosi di quelli circadiani con conseguenze negative, secondo gli scettici, sulla salute, sull’agricoltura e anche sulla sicurezza stradale.
Su vantaggi e svantaggi del cambio di orario la scienza non è univoca: da una parte c’è chi sottolinea come il nostro fisico impieghi circa una settimana ad assestarsi e il mutamento del ciclo sonno-veglia possa creare ansia, nervosismo e stanchezza ma altri ricercatori affermano che un’ora in più di luce incide invece positivamente sull’umore e sulla produzione di vitamina D (fondamentale per il sistema immunitario). Senza trascurare, guardando anche il portafoglio, il risparmio energetico indotto dall’ora legale.

Altre notizie
di Redazione
di Redazione
di Simona Mulazzani
di Redazione
Notizie correlate
di Redazione   
di Lucia Renati   
VIDEO
di Redazione   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna