lunedì 23 settembre 2019
menu
di Redazione   
Tempo di lettura lettura: 1 minuto
mar 26 feb 2019 14:24 ~ ultimo agg. 14:39
Print Friendly, PDF & Email
Tempo di lettura 1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

La notizia della richiesta di archiviazione per l’ex compagno di Giulia Sarti (vedi notizia) muove commenti politici anche a Rimini. Per il segretario provinciale del PD Filippo Sacchetti ci sono già gli elementi per parlare di “un quadro inquietante” all’insegna di “Poltrona e soldi, niente di più e niente di meno della politica peggiore”.

“I giudici decideranno e i verdetti taglieranno la testa al toro – dichiara Sacchetti – Ma i sospetti che tutta l’opinione pubblica aveva avuto un anno fa su questa vicenda vengono adesso non solo confermati ma addirittura aumentano a dismisura. Molte persone, nella stessa situazione della Sarti, avrebbero chiesto scusa e avrebbero fatto un passo indietro. Lei no: ha preferito l’altra strada. E il giudizio politico che ne consegue non può che essere negativo, pessimo. ma la questione che emerge è già un giudizio politico. La Sarti e gli esponenti del Movimento 5 Stelle che suggerirono la ‘strana’ denuncia, non hanno avuto alcuna remora, per salvare loro stessi, a inventarsi un caso là dove non c’era. Non solo: se il lavoro della procura venisse confermato nel giudizio, il caso sarebbe nazionale, se non lo è già oggi. Come può l’onorevole Giulia Sarti, che avrebbe secondo l’accusa inventato una denuncia contro l’ex fidanzato sull’uso dell’indennità da parlamentare, ricoprire con serenità il ruolo di presidente della Commissione Giustizia?

Notizie correlate
di Icaro Sport   
di Simona Mulazzani   
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna