sabato 19 gennaio 2019
In foto: spiaggia e ruota panoramica nella mattinata del 23 aprile
di Redazione   
lettura: 1 minuto 1.616 visite
mer 9 gen 2019 08:19 ~ ultimo agg. 10 gen 09:35
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto 1.616
Print Friendly, PDF & Email

La procura di Rimini ha chiesto il rinvio a giudizio per tre persone per la ruota panoramica del portocanale, sorta, secondo le motivazioni “priva di nullaosta sismico e autorizzazione paesaggistica”.

Come si legge questa mattina sulla stampa locale, il problema nasce nel momento in cui la ruota rimane sul suolo pubblico per più di 6 mesi, perdendo la natura di “spettacolo itinerante” e diventando de facto un’opera stabile. Gli indagati a rischio processo sono Remo Valdisserri, ex dipendente del Suap, Massimo De Carlo, legale della società “The Wheel”, e Walter Giovagnoli, tecnico per la stessa società.

Scagionati invece Giunta e consiglieri che, sempre secondo la procura, sarebbero stati tratti in errore dall’allora dirigente del Suap. Dopo la prima installazione a Rimini, nel 2013, furono sollevati dubbi sulla regolarità dell’iter autorizzativo. In particolare, l’allora consigliere del Movimento 5 Stelle Gianluca Tamburini presentò un’interrogazione in merito a fine 2013. Poco dopo, a inizio 2014 il Consiglio Comunale aveva approvato la delibera in deroga agli strumenti urbanistici e in sanatoria che permetteva l’installazione della ruota riconoscendola come struttura di interesse pubblico.

La Procura aprì il fascicolo sull’ipotesi di abusi edilizi nel febbraio 2014.

Altre notizie
di Maurizio Ceccarini
Notizie correlate
I numeri forniti dalla Regione

Sanità. Nel 2018 936 assunzioni in Romagna

di Redazione
La Giunta adotta il nuovo piano urbano

Mobilità sostenibile, ecco come cambia la città

di Redazione
di Redazione
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna