venerdì 19 aprile 2019
In foto: foto di repertorio
di Redazione   
lettura: 1 minuto
gio 10 gen 2019 13:18 ~ ultimo agg. 18:13
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

A inizio 2018 arriva a 625mila euro il totale di rette insolute recuperate nei servizi educativi del Comune di Rimini. Il periodo a cui si fa riferimento sono i 18 mesi relativi all’annualità 2016 e a metà del 2017. L’Amministrazione Comunale sottolinea negli ultimi mesi un recupero costante di circa 35mila euro al mese, grazie a contatti telefonici, lettere formali di sollecito e incontri personalizzati. Azioni che hanno ridotto al 10% l’insoluto da recuperare, dall’altro stanno facendo da deterrente. L’attività di recupero continuerà regolarmente nei prossimi mesi – assicura l’Amministrazione – utilizzando tutti gli strumenti previsti dalla legge. L’obiettivo non è solo far rientrare una buona parte di queste risorse ma anche di segnare un cambio di passo nel rapporto tra Amministrazione e cittadini nel nome dell’equità.

“Un servizio di recupero ormai strutturato – commenta Mattia Morolli, assessore ai servizi educativi del Comune di Rimini – sul quale abbiamo investito tanto e che sta dando ottimi risultati. Un’operazione di giustizia sia sociale che amministrativa, perchè il recupero di queste risorse, indebitamente sottratte a tutta la comunità, serviranno per potenziare i servizi di diritto allo studio e di welfare, a sostegno delle famiglie più deboli. Questa attività di recupero sta anche progressivamente diminuendo la quota di insoluto iniziale, segno ulteriore dell’efficacia di questi strumenti, che continueremo ad utilizzare anche per l’anno in corso”.

Notizie correlate
di Andrea Polazzi   
VIDEO
di Redazione   
FOTO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna