sabato 19 gennaio 2019
di Icaro Sport   
lettura: 2 minuti
sab 17 nov 2018 14:07 ~ ultimo agg. 14:10
Print Friendly, PDF & Email
2 min
Print Friendly, PDF & Email

Da una parte ci sarà la rivelazione della prima parte del campionato, che conta di rimanere tale nonostante il passo falso di domenica scorsa a Meda; dall’altra, la vera e indiscussa favorita del girone B, una corazzata che può contare su tanti elementi di categoria superiore. Imolese-Ternana sarà uno dei big match del 12º turno di campionato.

Le «fere» rossoverdi, guidate in panchina da un tecnico esperto e preparato come Luigi De Canio (uno che in carriera ha collezionato 223 panchine in serie A e 212 in serie B, senza dimenticare le due esperienze in Europa League con l’Udinese), possono disporre di una rosa costruita inizialmente per il campionato cadetto, ma dopo la «telenovela ripescaggio» si sono dovute accontentare di disputare la stagione 2018/2019 in terza serie. Nonostante la partenza a singhiozzo (gli umbri devono ancora recuperare tre gare), la Ternana è già risalita al quinto posto, (a due sole lunghezze dalla coppia di testa) grazie ai 18 punti fin qui maturati, un bottino ottenuto con 5 vittorie e 3 pareggi. Se l’attacco fin qui ha girato bene (13 reti messe a segno, Marilungo miglior realizzatore con 6 gol), impressionano ancor di più i numeri della difesa: in 8 partite la Ternana ha subito solo 3 reti. Merito di un reparto di assoluto valore, composto da tanti giocatori esperti e di categoria, ma il nome che spicca è quello di Modibo Diakitè, ex di Lazio, Fiorentina, Frosinone e Samp in serie A. In mezzo al campo non ci sarà Giuseppe Vives (38enne con più di 300 presenze tra Torino e Lecce), ma è tornato a disposizione il «gioiellino» Callegari (cresciuto al Paris Saint-Germain, ora di proprietà del Genoa). In via di recupero Salzano, sarà sicuramente presente capitan Marino Defendi (una vita da protagonista a Bari). Davanti una maglia da titolare spetta a Marilungo (ex Cesena, Atalanta, Samp), il suo partner dovrebbe essere uno tra Nicastro e Vantaggiato (favorito il primo). Una corazzata, con elementi perfetti per il 4-3-1-2 (che può variare in corso d’opera) di De Canio.

In casa Imolese stessa situazione di una settimana: out Belcastro e Jukic, mentre tutti gli altri sono a disposizione di mister Dionisi.

Il direttore di gara sarà Alessandro Meleleo, della sezione Aia di Casarano, con Nicola Mariottini di Arezzo e Davide Meocci di Siena come assistenti.

Alessio Dionisi, allenatore Imolese: «Affrontiamo la squadra più forte del girone, la formazione destinata a vincere il campionato. Hanno tanti giocatori bravi, con presenze in serie B e qualcuno anche in A: li rispettiamo, ma non possiamo temerli, altrimenti partiremmo già battuti. Sarà una bella esperienza sfidare un allenatore come De Canio, non l’avrei mai detto: per fortuna non sarà un match tra me e lui, altrimenti non ci sarebbe partita. La gara ovviamente sarà difficile, dobbiamo riscattare il ko di domenica scorsa, dove abbiamo giocato ma non abbiamo portato a casa nulla. Il valore della Ternana è unico nel campionato, ma sono sicuro che possiamo metterli in difficoltà».

Andrea Casadio
Ufficio Stampa Imolese Calcio 1919

LA 12a GIORNATA DEL CAMPIONATO DI SERIE C GIRONE B E LA CLASSIFICA

Altre notizie
di Icaro Sport
Notizie correlate
di Roberto Bonfantini
VIDEO
di Icaro Sport
VIDEO
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna