mercoledì 19 dicembre 2018
In foto: lo striscione in volo
di Redazione   
lettura: 2 minuti 3.004 visite
mar 28 ago 2018 12:16 ~ ultimo agg. 12:49
Print Friendly, PDF & Email
2 min 3.004
Print Friendly, PDF & Email

Dopo avere agito sugli autobus i comitati romagnoli per la libera scelta nelle vaccinazioni agiscono via aerea. Il Coordinamento di genitori per la libertà di scelta di Rimini e Provincia “E Pur Si Muove”, “Genitori di Cervia per la libera scelta” e il “Comitato Art. 32 di Faenza”, annunciano una nuova campagna di sensibilizzazione che si svolge tra oggi e domani portando sulla Riviera romagnola gli hashtag #TUTTIASCUOLA, #LIBERTÀDISCELTA.
In base agli accordi con l’azienda fornitrice, il messaggio spiccherà il volo da Fano e sorvolando la riviera, raggiungerà la meta: Cervia.

“Dopo la prima campagna di sensibilizzazione vista sul nostro territorio nel periodo invernale dove gli stessi genitori riportavano fedelmente in risalto i dati AIFA 2017 (http://bit.ly/2FUNeNq) attraverso cartellonistica fissa e posta sul retro degli autobus” (iniziativa della quale il Comune di Rimini ha contestato al legittimità ndr) “con questa nuova campagna si vuole sensibilizzare la popolazione locale sul delicatissimo tema delle ipotetiche esclusioni scolastiche previste dalla Legge Regionale 19 del 2016 per la fascia 0-3 anni, e dalla Legge 119 del 2017 per la fascia 0-6 anni. I Coordinamenti di genitori per la libertà di scelta sopra nominati sono gruppi indipendenti nati spontaneamente e si adoperano da tempo proprio per il riconoscimento di diritti inalienabili e sanciti dalla Costituzione Italiana, come l’istruzione e la libertà di cura”.

I genitori promotori dell’iniziativa ricordano il loro impegno “da anni sul territorio costantemente e volontariamente per far sì che, una pratica tanto importante quanto delicata come la vaccinazione, sia oggetto di particolare attenzione da parte delle famiglie. Non un gruppo di NO VAX, ma di genitori consapevoli e informati che scelgono con responsabilità l’eventuale applicazione della pratica vaccinale sui propri figli. I coordinamenti sono contrari all’imposizione della pratica vaccinale intesa come strumento di ricatto verso le famiglie che si dimostrano legittimamente dubbiose a riguardo, sono contrari all’utilizzo del tema vaccinale come oggetto di Propaganda Politica e chiedono di essere accolti nei loro dubbi e di poter accompagnare serenamente i loro figli, sani a scuola”.

 

Notizie correlate
di Icaro Sport
di Icaro Sport
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna