domenica 16 dicembre 2018
di Simona Mulazzani   
lettura: 1 minuto
gio 2 ago 2018 14:49 ~ ultimo agg. 14:52
Print Friendly, PDF & Email
1 minuto
Print Friendly, PDF & Email

Erano le 7,30 di questa mattina quando alla Questura è arrivata la chiamata di un uomo che raccontava di essere stato derubato della catenina d’oro che indossava e che era ancora in compagnia del presunto ladro nel piazzale di una stazione di servizio. Subito una volante ha raggiunto il posto e gli agenti hanno cercato di ricostruire la vicenda.

Il derubato ha raccontato che, attorno alle 5, mentre percorreva la statale tra Riccione e Rimini aveva notato una persona, poi risultata transessuale, stesa a terra, che sembrava avesse bisogno di aiuto.  Si è fermato e l’ha fatta salire in auto. La persona, che aveva con se una bottiglia di super alcolici, gli ha chiesto di accompagnarlo a casa della sorella, ma durante il tragitto, sono emerse le sue vere intenzione. Infatti ha proposto al soccorritore una prestazione sessuale in cambio di soldi. Quest’ultimo ha rifiutato e ha fermato l’auto nella piazzola di un distributore di benzina. E’ sceso e, per timore di un furto, ha riposto il portafoglio nel bagagliaio. Rientrato in auto la transessuale, con una banale scusa (lo ha invitato a legarsi i capelli per il grande caldo e si è proposta di aiutarlo) è riuscita a sfilargli la catenina in oro con ciondolo.

A quel punto l’uomo ha chiamato la Polizia e gli agenti hanno trovato nella borsa della transessuale la collana e hanno fatto scattare ai suoi polsi le manette per furto con destrezza.

Notizie correlate
di Simona Mulazzani
Meteo Rimini
Previsioni Emilia Romagna